29 ottobre 2020
Aggiornato 08:30
Ecco cosa s’è da sapere

Zika virus fa paura? Le 6 cose che dovresti sapere

Il virus Zika si sta diffondendo in tutto il mondo, casi segnalati oltre che in Italia, adesso anche in Australia. Ecco cosa c’è da sapere davvero sul virus Zika, che causa microcefalia, mette a rischio le donne in gravidanza e anche gli adulti

ROMA ─ Nonostante le rassicurazioni delle autorità sanitarie nazionali e mondiali (anche se per qualcuno si può già parlare di pandemia), la preoccupazione per la diffusione del virus Zika aumenta. Dopo i casi segnalati anche in Italia, si susseguono quelli segnalati in altri 23 Paesi, non ultima l’Australia. Ma se si è preoccupati, ecco le 6 cose che si dovrebbero sapere sullo Zika virus.

1. Che cos’è il virus Zika?
È un virus trasmesso dall’aggressiva zanzara Aedes aegypti. Fa parte della stessa famiglia dei virus che provocano malattie mortali come la Febbre gialla, il West Nile (virus del Nilo Occidentale), la Dengue e la Chikungunya. Una volta che la zanzara punge una persona, questa diviene un vettore del virus quando per esempio viene punto da un’altra zanzara che, a sua volta, va poi a pungere un’altra persona.

2. Si può prevenire l’infezione da virus Zika?
No. Purtroppo, a differenza dei virus simili, non esiste alcun vaccino per prevenire Zika né farmaci per curare l’infezione. L’unica prevenzione è evitare di recarsi nei Paesi (o zone) a rischio, usare repellenti per le zanzare di tipo «tigre», indossare abiti che non permettono di essere punti.

3. Quali sono i sintomi dell’infezione da Zika virus?
Nella maggior parte dei casi i sintomi del virus sono lievi. Tra questi vi possono essere febbre che dura circa una settimana, mal di testa, muscoli dolenti, occhi arrossati, eruzioni cutanee. Circa l’80 per cento delle persone infette di solito non sa di avere la malattia, dato che la può scambiare con un’influenza o una malattia con simili sintomi. Il periodo di incubazione varia a seconda dei casi tra i 3 e i 12 giorni.

4.Quanto può essere pericoloso lo Zika virus?
Può essere molto pericoloso per le donne in gravidanza e il feto, in quanto si è scoperto che l’infezione può causare la microcefalia nel nascituro, un danno cerebrale e dello sviluppo del cranio che può anche portare alla morte o comunque a gravi deficit. Si sospetta che il virus possa essere trasmesso anche tramite l’allattamento al seno.

5. Dove si trova adesso il virus Zika?
Al momento si stima che il virus si sia diffuso in 23 Paesi, di cui quasi tutti quelli dell’America Latina, i Caraibi, gli Stati Uniti, l’Australia, l’Europa (Italia compresa).

6. Cosa si sta facendo contro il virus Zika?
Oltre a invitare le donne a posticipare la gravidanza, fino a che non si sia sicuri di aver debellato il virus, le autorità sanitarie stanno muovendosi su diversi fronti. Uno è quello di aver creato una zanzara Aedes aegypti geneticamente modificata e bisex, chiamata OX513A. Questa zanzara, chiamata anche «mutante» dalla società britannica Oxitec che l’ha progettata, è stata studiata per interrompere il ciclo di riproduzione della zanzara, facendo morire la prole dopo l’accoppiamento. Altri scienziati stanno invece lavorando a un possibile vaccino.