18 giugno 2024
Aggiornato 16:00
Sintomi psichiatrici come campanello d’allarme

Depressione, ansia, anoressia… potrebbero nascondere un tumore al cervello

I sintomi psichiatrici come depressione, ansia, manie, allucinazioni e anoressia nervosa potrebbero essere segni indicatori di un tumore al cervello, anche senza sintomi neurologici

FRANCIA – I medici del CHU Caen (Centre Hospitalier Universitaire de Caen) e dell’Università di Caen Normandy in Francia hanno scoperto che una paziente affetta da depressione, che non traeva benefici dalla terapia, in realtà era affetta da un tumore al cervello.

Farmaci inefficaci
La donna di 54 anni era stata curata con psicofarmaci come l’antidepressivo fluoxetina e l’ansiolitico bromazepam, però dopo 6 mesi di trattamento non ha avuto alcun miglioramento. Al che i medici hanno sospeso la terapia, si legge sul BMJ (il British Medical Journal). Eppure i sintomi della paziente erano chiari indicatori di una forma di depressione: apatia, mancanza di interesse per la vita e il lavoro, difficoltà a prendere decisioni e agire, mancanza di energia, stanchezza, disturbi del sonno, problemi di concentrazione e attenzione. Ha anche avuto pensieri di suicidio.

Esami che si contraddicono
Al seguito di un esame neurologico si è ottenuto un risultato negativo, ovvero era tutto normale. I problemi sono però iniziati a seguito di una TAC e una Risonanza Magnetica per Immagini (MRI): queste infatti hanno rivelato la presenza di un meningioma gigante nel lobo frontale sinistro, un tumore cerebrale benigno primario tra i più comuni. L’area cerebrale in cui si era sviluppato è nota per avere un ruolo importante nello sviluppo della depressione, e proprio nei pazienti con tumori nel cervello.

Intervento rapido
La paziente è stata così subito sottoposta a intervento chirurgico d’urgenza. Dopo l’operazione ha immediatamente recuperato, e i sintomi depressivi sono scomparsi nel giro di un mese. Visto come sono andate le cose, i medici ritengono che alcuni pazienti dovrebbero sottoporsi a una scansione del cervello per identificare o escludere la possibilità di un tumore, anche se «può sembrare poco realistico prescrivere brain imaging in tutti i pazienti con una sindrome depressiva». Questo perché è un disturbo mentale comune, mentre i tumori del cervello sono «straordinariamente rari nei pazienti affetti da depressione». Tuttavia, concludono gli scienziati, se una persona mostra resistenza alle cure, sarebbe bene indagare.