19 ottobre 2020
Aggiornato 18:00
Centrosinistra

Nicola Zingaretti: «Finito il tempo dei picconi di Salvini, ora costruire una speranza»

Il Segretario del PD lancia l'alleanza del fare: «Il Pd ha una linea. Dobbiamo rilanciare il Pd e creare un campo di forza attorno al Pd per competere con la destra»

Il Segretario del PD, Nicola Zingaretti
Il Segretario del PD, Nicola Zingaretti ANSA

ROMA - «Andiamo avanti con grande determinazione e concretezza per andare insieme tutti e tutte». Lo ha detto Nicola Zingaretti intervenendo a 'L'intervista» di Maria Latella su Sky Tg24 aggiungendo che «pochi lo vogliono ammettere, ma gli italiani se ne stanno accorgendo. Il Pd ha una linea. Dobbiamo rilanciare il Pd e creare un campo di forza attorno al Pd per competere con la destra». Zingaretti ha sostenuto di avere «fiducia che il governo metta in atto quell'agenda 2023 annunciata qualche ora fa dal presidente Conte». Il governo, ha aggiunto, «va bene se produce dei risultati, non se scalda delle poltrone».

L'alleanza del fare

Quella che deve reggere l'esecutivo «io l'ho chiamata l'alleanza del fare. Una maggioranza che litiga su tutto, invece, logora il suo rapporto con il Paese». Si diceva delle polemiche nel Pd ma, ha chiarito Zingaretti, «noi abbiamo sciolto le polemiche» dimostrando che «il Pd è l'unica alternativa alle destre. Finalmente - ha continuato - si sta ricostruendo un'alternativa» e il partito «farà all'Italia una proposta di trasformazione di questo Paese. È finito il tempo dei picconi, dell'odio di Salvini. È arrivato il tempo dei mattoni e della calce», il tempo di «costruire insieme dando una speranza e una prospettiva. E questo si può fare solo se si è uniti».

Autostrade? Verificare patti

Su Autostrade e la possibile revoca «penso che tutto dipenda dal merito delle cose. Le convenzioni con i privati sono patti. Il governo deve verificare se questi patti sono stati rispettati. Quello che non va fatto sono le assoluzioni a priori o i processi a priori. E questo vale per tutte le concessioni».

Giustizia? Mi auguro un compromesso

«Non si può stare sotto processo a vita, chi chiede giustizia ha diritto di averla. La sentenza deve arrivare in tempi umani, perché non si può all'infinito stare sotto processo. Lo abbiamo detto, se si troverà un compromesso, come mi auguro, il Pd porterà avanti la propria linea».

Brexit? UE va rilanciata subito

«Da questa notte il Regno Unito non è più nell'Ue: dopo 70 anni il processo subisce un colpo, ce ne sono stati molti, e questa volta un ritorno indietro di un progetto meraviglioso. Alla Brexit occorre reagire portando in fretta quel progetto nel futuro», ha aggiunto.