30 settembre 2020
Aggiornato 08:00
Regionali Emilia Romagna

Meloni: «Sardine? Mancava solo lo speculatore Soros»

Il Presidente di Fratelli d'Italia: «Lo sforzo titanico del mainstream e dei poteri finanziari per difendere l'ultima roccaforte rossa è davvero impressionante. Se vinciamo Mattarella sciolga le Came»

Giorgia Meloni, Presidente di Fratelli d'Italia
Giorgia Meloni, Presidente di Fratelli d'Italia ANSA

ROMA - «Lo speculatore finanziario per antonomasia, George Soros, si schiera con le sardine. Effettivamente mancava solo lui: lo sforzo titanico del mainstream e dei poteri finanziari per difendere l'ultima roccaforte rossa è davvero impressionante. Se vinceremo anche in Emilia-Romagna manderemo a casa questo Governo e tutto il caravanserraglio della sinistra mondialista italiana. Forza». Lo scrive su Facebook il presidente di Fratelli d'Italia, Giorgia Meloni.

Dalle Sardine soccorso rosso al Pd

Le Sardine offrono un «soccorso rosso al Pd», secondo Giorgia Meloni. La presidente di Fdi afferma: «Le sardine hanno annunciato che scenderanno in piazza a Ravenna in contemporanea con la manifestazione del centrodestra. Questo è l'unico lavoro che sanno fare: correre in 'soccorso rosso' al Pd, Zingaretti e Bonaccini e tentare di impedirci di parlare perché siamo più convincenti della sinistra, dei loro candidati e dei loro partiti (vecchi, nuovi e camuffati da movimenti spontanei). Ridicoli».

Se vinciamo Mattarella sciolga le Camere

Se domenica il centrodestra vincerà le elezioni regionali in Emilia-Romagna «il giorno dopo chiederò elezioni anticipate, lo scioglimento anticipato delle Camere al Presidente della Repubblica. Ritengo che sia nelle sue disponibilità e nei suoi poteri e penso che sia anche la cosa giusta da fare», ha aggiunto. «L'istituto dello scioglimento anticipato delle Camere previsto dalla nostra Costituzione - ha sottolineato - è lo strumento che il Presidente della Repubblica ha quando dovesse ravvisare che c'è troppa differenza, troppa distanza, tra quello che è il sentimento del popolo e quelle che sono le scelte del Palazzo».

Ripugnanti insulti a Mihajlovic

«Solidarietà all'allenatore del Bologna Mihajlovic per i ripugnanti insulti ricevuti dopo aver semplicemente espresso un parere favorevole verso il centrodestra in Emilia-Romagna. Forza Sinisa, non saranno certo questi vigliacchi a scoraggiare un grande campione come te».

Gasparri: «Tracollo porterà via governo»

«Ridicolo il governo Conte che ha abbandonato le zone terremotate di Lazio e Umbria, in modo spregevole, e stanzia qualche tardivo milione per il terremoto che colpì l'Emilia Romagna in enorme ritardo e a poche ore dal voto delle regionali. Questa condotta del governo è indegna. E non muta l'orizzonte». Lo dichiara il senatore Maurizio Gasparri di Forza Italia.

«I sondaggi della vigilia confermano che la candidata del centrodestra in Calabria, Jole Santelli, vincerà con un rilevante vantaggio. E annunciano anche la vittoria del centrodestra in Emilia Romagna. I numeri sono chiari e noti. Ma bisogna trasformare in fatti le positive previsioni che hanno reso nervosi i nostri avversari. Impegno fino a domenica sera quindi. Che anche in Emilia Romagna vinceremo noi lo confermano le dichiarazioni di Pd e grillini: il governo resta anche dopo la sconfitta, dicono. Ma il tracollo, dopo Di Maio già in fuga, si porterà via anche Conte e il suo governo», conclude.

Bernini: «Voto contro soffocante sistema potere»

«Alla vigilia delle elezioni regionali in Emilia-Romagna è tornata alla ribalta la vicenda della cooperativa di Ferrara, gestita dalla moglie di un ex assessore del Pd e poi fallita, a cui il Comune ha destinato ingenti finanziamenti. C'è un'inchiesta in corso ed è giusto aspettarne l'esito. Ma c'è un problema politico enorme da risolvere una volta per tutte: quello di un sistema di potere basato da decenni sulla triangolazione partito, amministratori pubblici e strutture economiche della Lega Coop, un gigantesco conflitto d'interessi tra politica e affari che ha totalmente smarrito il valore del vero cooperativismo che va salvaguardato». Lo dichiara Anna Maria Bernini, presidente dei senatori di Forza Italia.

«Ma il sistema emiliano-romagnolo gestito dalla sinistra ha portato a un monopolio che ha annullato il valore della concorrenza mortificando tante realtà produttive. Anche per questo il voto di domenica è fondamentale: per liberare le tante energie rimaste per troppo tempo soffocate dalle giunte rosse. L'alternanza al governo è il sale della democrazia, e questa volta è possibile. Forza Italia si pone come il perno di questo salutare cambiamento. Basta un voto: un voto alla nostra lista», conclude.