27 febbraio 2020
Aggiornato 19:00
Movimento delle Sardine

Mattia Santori: «L'obiettivo delle Sardine è superiore a un italiano su 4»

Il leader delle Sardine: «Puntiamo a trovare un dialogo con la politica, non siamo ancora pronti a trovare né i punti del dialogo né un interlocutore del dialogo»

Mattia Santori, leader del Movimento delle Sardine
Mattia Santori, leader del Movimento delle Sardine ANSA

ROMA - «Il nostro obiettivo è superiore a un italiano su 4». Così il leader delle Sardine, Mattia Santori, a «Mezz'ora in più». Secondo un sondaggio un italiano su 4 potrebbe essere interessato al movimento. «Puntiamo a trovare un dialogo con la politica», ma «non siamo ancora pronti a trovare né i punti del dialogo né un interlocutore del dialogo. Non avevamo previsto di cantare Bella Ciao,dovevamo cantare solo Come è profondo il mare di Lucio Dalla. La piazza ha voluto cantare Bella Ciao. Non credo nei sondaggi e per questo sono sceso in piazza. La gente ha bisogno di felicità e speranza. Se qualcuno vuole un selfie con me non lo nego a nessuno», ha spiegato il capo sardina.

Zevi: «Non rompere le scatole a movimento appena nato»

«Le sardine sono un movimento nato appena un mese fa. Non dobbiamo rompere loro le scatole, ma consentire di crescere in un tempo che sia ragionevole». Lo ha detto Tobia Zevi, presidente dell'osservatorio «Roma! Puoi dirlo forte» all'indomani della manifestazione di piazza San Giovanni a Roma. «Altrimenti - ha sottolineato - stiamo a fare delle domande a dei ragazzi che hanno costruito una cosa obiettivamente notevole, con decine di piazze e centinaia di migliaia di persone, alle quali non sono in grado di rispondere nemmeno partiti tradizionali e strutturati».