14 novembre 2019
Aggiornato 16:30

Matteo Salvini: «Da un mese si scannano, ora vogliono occupare anche il Quirinale»

Il leader della Lega: «Da Matteo Renzi mi aspetto di tutto o di più. Mi chiedo, però, quanto a lungo durerà il silenzio di Mattarella»

Il leader della Lega, Matteo Salvini
Il leader della Lega, Matteo Salvini ANSA

ROMA - «Da un mese si stanno scannando sulle tasse, sulle pensioni e sulle poltrone. È squallido. In Paesi normali ci sarebbero manifestazioni più grandi di quello a che abbiamo fatto noi: non solo hanno occupato le poltrone del governo, ora è importante occupare anche il Quirinale. Sono cose di una piccineria imbarazzante». Lo ha detto Matteo Salvini parlando con i cronisti in piazza Montecitorio, e aggiungendo: «Da Renzi mi aspetto di tutto o di più: se uno fa un governo, il giorno dopo fonda un partito e si prende i ministri, mi aspetto di tutto di più. Quando uno dice non andiamo a votare perché sennò vince Salvini, i M5s mi fanno schifo, però dobbiamo eleggere un presidente della Repubblica che piace a me... Ma vi pare normale?. Vi pare normale che uno sta al governo con chi gli fa schifo, perchè dal Pd sono uscito, i Cinque Stelle non li sopporto, Conte men che meno...? Questi tirano due anni per eleggere il Quirinale e intanto tassano anche l'aria...», ha concluso sul punto Salvini.

Serve elezione diretta del Capo dello Stato

«Per questo abbiamo lanciato una raccolta firme per eleggere direttamente il Presidente della Repubblica, perchè è vero che incide nella vita politica del Paese. Questo governo è formalmente legittimo, ma rappresenta il volere degli italiani? Il Pd ha perso tutte le elezioni degli ultimi due anni, e gli italiani se lo ritrovano al governo», ha proseguito. «Berlusconi al Quirinale se alla scadenza del mandato di Sergio Mattarella anni ci fosse una maggioranza di centrodestra? No, ora abbiamo un presidente che rispettiamo, non mi faccia dare giudizi... Ci penseremo a tempo debito. Mi piacerebbe che rappresentasse gli italiani e non solo una parte. Ma non mi faccia fare nomi perché chiunque nominassi avrebbe l'etichetta di brutto e cattivo e gli rovinerei la vita», aggiunge.

Governo squallido, quanto durerà silenzio Quirinale?

«Mi chiedo quanto a lungo durerà il silenzio di Mattarella. Tra Servizi, crisi, litigi, gli italiani stanno assistendo a scene di una volgarità allucinante: mi chiedo fino a quando durerà il silenzio del Quirinale. Stanno giocando con la pelle degli italiani: tasse, diritto a pensione, diritto a salute. Quando Di Maio dice che Conte massacra le partite Iva è un'accusa gravissima, Renzi attacca un diritto sociale come Quota 100... Non so perché litigano, è una lotta di potere, ma dopo un mese e mezzo di governo sono scene squallide», ha affermato Salvini. Se Di Maio e Renzi volessero sostituire Giuseppe Conte a Palazzo Chigi, per il leader della Lega, Matteo Salvini, «si dovrebbe andare ad elezioni. Se saltano i governi, se mancano le maggioranze, si va a elezioni: l'unica via normale sono le elezioni il prima possibile».

Manovra vuota e in deficit, noi avremmo osato di più

«Le risorse per evitare l'aumento dell'Iva le hanno trovate in deficit, non è una manovra geniale... Noi avremmo sicuramente osato di più: tutti la stessa definendo nulla, vuota: stanno litigando sul nulla, spero che la smettano perché se litigano tra di loro ci vanno di mezzo gli italiani. Quota 100, partite Iva, diesel euro 3 e 4, spero che la smettano e facciano qualcosa». E aggiunge: «Oggi altri 100 sbarchi, sull'immigrazione stanno facendo danni che rischiano di essere irrecuperabili». Al centrodestra «aggiungiamo: sindaci nuovi, imprenditori, gente che non ha mai fatto politica, guardiamo al futuro: partendo dalla squadra che governa tanti territori ma coinvolgendo anche persone che fino a ieri votavano M5s e sinistra e oggi votano Lega».