12 dicembre 2019
Aggiornato 00:00

I paletti di Giorgia Meloni: «Forza Italia responsabile? Se aiuta il governo mi farebbe irritare»

La leader di Fratelli d'Italia: «Essere responsabili? Non so cosa significhi, lo vedremo nei fatti. Prossima settimana vertice tra leader»

Giorgia Meloni e Matteo Salvini
Giorgia Meloni e Matteo Salvini ANSA

ROMA - Se da parte di Forza Italia «ci fosse un tentativo di dare una mano al governo, per me sarebbe uno spartiacque. Il fatto che al voto di fiducia (al governo Conte, ndr) siano mancati dei parlamentari è una cosa accaduta in Fi ma non in Fdi». Lo ha detto Giorgia Meloni, parlando con i giornalisti all'apertura della festa del partito, Atreju, a proposito dell'atteggiamento di Fi rispetto all'esecutivo giallorosso. «Essere responsabili? Non so cosa significhi, lo vedremo nei fatti, mi farebbe irritare nel caso significasse aiutare il governo», ha concluso.

«Prossima settimana vertice tra leader»

«Ci dobbiamo vedere assolutamente, per me va bene la settimana prossima», perché «si vota in una serie di Regioni, l'obiettivo di Fratelli d'Italia è vincere con una proposta convincente, coesa e ampia» che possa «consentirci di dare una spallata a questo governo dell'inciucio».

Ciriani: «Da FdI opposizione patriottica»

«Anche con il governo rossogiallo continueremo la nostra opposizione patriottica, a tutela degli interessi degli italiani». Così il capogruppo di Fratelli d'Italia al Senato, Luca Ciriani, dal palco di Atreju, la festa di FdI che oggi ha aperto i battenti a Roma all'Isola Tiberina. «In questo anno abbiamo cercato attraverso emendamenti e ddl di portare avanti le nostre battaglie; dall'abolizione dei senatori a vita al presidenzialismo; dalla sicurezza all'immigrazione chiedendo a più riprese l'attuazione del blocco navale; oppure il pacchetto di misure straordinarie a sostegno della famiglia; fino all'introduzione della flat tax, su cui FdI ha presentato l'unica proposta realmente e immediatamente attuabile. Purtroppo l'atteggiamento di chiusura dello maggioranza M5S-Lega ha impedito di tradurre in realtà le nostre proposte. Andremo avanti con maggiore decisione ora con questo governo squilibrato a sinistra. E ci rivolgiamo alla Lega, che adesso all'opposizione avrà un'ulteriore occasione di misurarsi con le nostre proposte», conclude Ciriani.