15 settembre 2019
Aggiornato 17:30

Salvini: «Sta per nascere il Governo della truffa, agli italiani la legittima difesa»

Il leader della Lega: «Settimane che si scannano su Ministeri senza averli. Tireranno a campare per i prossimi mesi, noi governeremo per i prossimi 15 anni»

Video Agenzia Vista

PINZOLO - «Chiudere quota 100? Siamo veramente alla truffa, è il reato di truffa». Lo ha detto Matteo Salvini in una conferenza stampa, trasmessa in diretta Facebook, da Pinzolo. «Sono settimane che si scannano per i ministeri senza prima averli. Se il presidente della Repubblica ha la sensibilità di quello che pensa il paese, e non occorrono i sondaggi per capire cosa pensano gli italiani... un governo di ultra sinistra, con M5s, Pd e Leu, è una roba di minoranza ovunque sarebbe una truffa», ha continuato Salvini. «Gli italiani avranno diritto a esercitare democraticamente e pacificamente la legittima difesa contro questo Governo truffa».

Con M5s era tutto fermo, rifarei tutto

«Era tutto fermo a cominciare dall'autonomia» perchè «c'erano troppi litigi quotidiani insopportabili. Rifarei ancora tutto. Era tutto bloccato, il governo Lega-M5S erano quattro-cinque mesi che non andava d'accordo e quanto a questo, litigano ancora prima di formarlo» ha aggiunto. «Colpevole di aver fatto cadere il governo? Assolutamente no. Era tutto fermo: economia, opere pubbliche, Pedemontana, alta velocità. Era tutto fermo» ha concluso.

Lega governerà per i prossimi 15 anni

«Quel Partito Democratico che noi abbiamo mandato a casa, a Roma sta cercando di arraffare qualche poltrona. Volere è potere, ma se vogliono andare avanti con la truffa facciano pure. Avranno noi come avversari, saremo pronti, paese per paese, comunità per comunità a difendere i risultati. Prima o poi si tornerà a votare. Se non in autunno, tra sei mesi, otto mesi, un anno, poi governeremo noi per i prossimi 15 anni».

Pd (squallido) cerca di arraffare poltrone

«Il Partito democratico a Roma sta cercando di arraffare qualche poltrona. Abbiamo dimostrato in Trentino che cambiare si può. Se si va avanti con la truffa e il partito delle poltrone, avranno in noi avversari pronti a difendere i risultati raggiunti», ha continuato Salvini. "Siamo veramente alla truffa: questi del Pd sono stati bocciati a tutte le elezioni possibili, e ora si riprova a portarli al Governo. E' squallido: sono settimane che si stanno scannando per i ministeri a Roma ancora prima di averli avuti».

M5s da rivoluzione a Renzi-Prodi

«Dal Pd, che è il partito dei poteri forti, non ci aspettiamo nulla. Per i 5stelle, che è un partito entrato in Parlamento per rivoluzionare, cambiare e ribaltare, sedersi al tavolo con Renzi e Prodi è una fine triste». ha concluso il leader della Lega. «Adesso possono scappare dalle elezioni per un mese, sei mesi o un anno, ma non all'infinito».

Maroni: «L'errore di Salvini è stato di fidarsi del Pd»

Salvini «non ne aveva sbagliata una», dice Roberto Maroni in un’intervista oggi su La Stampa. «Aprendo la crisi ha fatto una mossa che reputava giusta, certo un po’ azzardata visto che non decide lui se sciogliere le Camere. Ma evidentemente aveva avuto garanzie, voci dicono che avesse sentito Zingaretti e forse anche Renzi e volessero andare al voto: il suo errore è stato fidarsi». Sul fatto che, secondo Berlusconi, Salvini sia responsabile di aver consegnato il Paese alla sinistra, Maroni commenta: «Certo non era sua intenzione… ma potrebbe essere questa la conseguenza della sua mossa».