21 novembre 2019
Aggiornato 17:30

I 5 Stelle riaprono la trattativa con il PD: «Conte ha chiarito su Di Maio, ora dialogo sul programma»

Nota diffusa dal Movimento Cinque Stelle pochi minuti prima della riunione della cabina di regia del Pd sul Governo. Delrio: «Trattativa ripartita? Sì»

Video Agenzia Vista

ROMA - «Bene la chiarezza fatta dalla presidenza del Consiglio circa le false indiscrezioni trapelate nelle ultime ore. Al contempo, accogliamo positivamente le parole di apertura di alcuni autorevoli esponenti del Partito Democratico sul ruolo del presidente Giuseppe Conte. Sì a un dialogo sul programma e sui temi. Il M5S vuole innanzitutto parlare di soluzioni per il Paese, in una fase che consideriamo delicatissima a seguito dell'apertura di una crisi che ci vede estranei a ogni responsabilità». Lo si legge in una nota diffusa dal Movimento Cinque Stelle pochi minuti prima della riunione della cabina di regia del Pd sul Governo e dell'inizio al Quirinale del secondo e ultimo giro di consultazioni del presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

Di Maio a consulto con capigruppo e Ministri M5s

A Palazzo Chigi, pochi metri da largo del Nazareno dove Nicola Zingaretti è a consulto con la cabina dei regia del Pd, Luigi Di Maio è riuniro nel suo studio con i ministro Riccardo Fraccaro ed Alfonso Bonafede e i capigruppo Francesco D'Uva e Stefano Patuanelli. Non partecipa invece, secondo quanto riferito da fonti M5s, il premier Giuseppe Conte. Resta al momento confermata l'assemblea dei gruppi M5s con Di Maio in programma questa sera alle 19, in vista delle consultazioni di domani sera al Colle.

Delrio: Trattativa ripartita? «Sì»

«La trattativa con il M5s per il nuovo governo è ripartita? ». «Si » ha risposto il capogruppo pd alla Camera, Graziano Delrio giungendo al Nazareno dove si riunisce la cabina di regia del Pd. «Ora abbiamo l'aspettativa - ha proseguito Delrio - che presto si possa annunciare agli italiani un piano di sostegno per le famiglie e la riduzione del costo del lavoro mettendo più soldi in tasca ai lavoratori. Questi è ciò di cui vorrei discutere».

Marcucci: «Precisazione Conte su Di Maio passo avanti»

La precisazione del Premier Gisueppe Conte sull'assenza di una richiesta del Viminale per Luigi Di Maio da parte sua e dei Cinque stelle «è una cosa positiva» e rappresenta un «passo in avanti». Lo ha detto arrivando al Nazareno per la riunione della cabina di regia il presidente dei senatori Pd Andrea Marcucci, dichiarandosi «più ottimista» sulla ripresa della trattativa M5s-Pd.