23 ottobre 2019
Aggiornato 18:30

Renzi: «Governo cadrà sui conti pubblici. Servono 40 miliardi e non sanno dove andarli a prendere»

L'ex Premier: «Noi abbiamo preso un Paese che era fermo e lo abbiamo riportato su. Con questi qua siamo tornati alla recessione»

Matteo Renzi
Matteo Renzi ANSA

ROMA - Il governo «non cadrà sulla Tav, con la tarantella che stanno facendo sui giornali» ma sui conti pubblici, su quei soldi per il Paese che «non sanno dove andare a prenderli». Lo ha detto Matteo Renzi intervenendo a Radio anch'io.

I soldi per le infrastrutture ci sono

«Io non ho mai detto che il governo cadrà per le infrastrutture o su un provvedimento amministrativo», ha chiarito Renzi spiegando che «i soldi per sbloccare le infrastrutture ci sono. Tantissime opere sono finanziate ma abbiamo un governo che non ha una visione strategica, ha solo l'esigenza di dover dare risposte immediate al proprio elettorato».

Tarantella Tav

Per Renzi «stanno trovando scuse per rinviare la decisione sulla Tav, hanno sei mesi che consentiranno a Di Maio di andare in campagna elettorale e fare finta di niente. Anche io sulla Tav avevo delle perplessità - ha ricordato l'ex premier - che sono però poi diventate un cambio di progetto. Lo abbiamo fatto in silenzio, senza fare la tarantella sui giornali. Noi non mettemmo in discussione il progetto ma alcuni eccessi del progetto».

Governo cadrà sui conti pubblici

Il governo, ha sostenuto Renzi, «non cadrà su questo provvedimento ma cadrà perché hanno fatto male i conti. Devono trovare 40 miliardi e non sanno dove andarli a prendere. Su questo cadranno».

Con noi l'Italia è tornata a crescere

Renzi ha ricordato che «noi abbiamo preso un Paese che era fermo e lo abbiamo riportato su. Con questi qua siamo tornati alla recessione. Con le nostre politiche l'Italia era tornata a crescere». Certo, ha aggiunto, «ci sono state battaglie che abbiamo perso e che si possono perdere ma non erano sbagliate». Ora, si è domandato Renzi, «il Paese è in recessione e cosa si fa? Le infrastrutture si sbloccheranno o no?»