27 novembre 2020
Aggiornato 01:00
Centrodestra

Silvio Berlusconi l'«incompreso»: E' colpa degli Italiani se non mi hanno capito

Il Presidente di Forza Italia: «Pensavo fosse colpa mia non aver avuto il 51 per cento, ma.... Il successore? Ho provato con Cairo, mi ha detto 'mai'»

ROMA - «Unica colpa è quella di non aver mai raggiunto il 51 per cento, ho pensato che fosse colpa mia. Invece adesso ho capito che non è colpa mia ma degli italiani che non mi hanno capito». Lo ha affermato Silvio Berlusconi, presidente di Forza Italia, nel corso della registrazione della odierna puntata di Porta a Porta su Rai1.

Il successore? Ho provato con Cairo, mi ha detto «mai»

Potrebbe essere un imprenditore il successore di Silvio Berlusconi? «Ho continuato a cercarlo, mi sono sempre fatto questa domanda ma tutti quelli che avrebbero potuto farlo mi hanno deluso», ha risposto il leader di Forza Italia. «Ho provato con Urbano Cairo - ha spiegato Berlusconi - che è stato per dodici anni mio assistente personale, sta facendo molto bene ma ha visto quello che è successo a me e mi ha detto in maniera molto precisa 'non lo farò mai'». «Ancora non ho deciso - ha precisato il leader azzurro a proposito delle elezioni europee - se sarò capolista in tutte le circoscrizioni».

Parola popolo è sacra

Silvio Berlusconi in campo per battere il populismo? «Non l'ho mai detto perché la parola populismo non mi piace, la parola popolo è sacra».