18 febbraio 2019
Aggiornato 04:30
Governo & Nomine

Paolo Savona alla Consob? Si profila «switch» concordato tra Lega e M5s

L'eventuale fuoriuscita del Ministro dal Governo creerebbe problemi per l'equilibrio della compagine, ma la «poltrona» potrebbe restare vuota, con un interim al presidente del Consiglio fino alle elezioni europee

Paolo Savona
Paolo Savona ANSA

ROMA - Dopo oltre quattro mesi e mezzo senza presidente, dal 13 settembre scorso, quando Mario Nava presentò le dimissioni, per la Consob si potrebbe profilare la figura di un nuovo «numero uno». Il nome di Paolo Savona, attuale ministro delle politiche europee, che ieri ha iniziato a circolare come possibile presidente della Commissione per le Società e la Borsa, oggi è ancora in piedi, non smentito dai vertici della Lega, né da quelli del M5S. Certo, l'eventuale fuoriuscita di Savona dal governo creerebbe problemi per l'equilibrio della compagine, ma la «poltrona» potrebbe restare vuota, con un interim al presidente del Consiglio fino alle elezioni europee.

«Switch» concordato tra Lega e M5s

Il curriculum di tutto rispetto di Savona metterebbe d'accordo le due anime del governo, anche se il Movimento continua a portare avanti la candidatura di Marcello Minenna. Ma è lecito chiedersi se non sia stato già concordato uno «switch» tra le due forze politiche. La prossima nomina di peso è quella del presidente dell'Inps, con il mandato di Tito Boeri che scade il 16 febbraio. E poiché Savona alla Consob sarebbe «sponsorizzato» più dalla Lega, questo potrebbe aprire la strada dell'Istituto ad una personalità particolarmente gradita al M5s.

Superabili i dubbi sull'incompatibilità

I dubbi sull'incompatibilità di Savona (secondo la legge 215 del 2004) sembrano facilmente superabili dopo il precedente di Giuseppe Vegas, diventato Presidente della Consob a dicembre 2010 dopo essere stato viceministro dell'Economia fino a novembre dello stesso anno. Anche le perplessità sul rispetto della legge Madia, secondo cui chi è in pensione, come Paolo Savona, non può occupare un ruolo dirigenziale in una pubblica amministrazione (se non a titolo gratuito e per un solo anno), sembrano superate perché la Consob è un'Authority indipendente come la Banca d'Italia e non rientra nel perimetro di applicazione della legge.