7 dicembre 2019
Aggiornato 17:00

Appiccano fuoco nella notte alla saracinesca di una sede della Lega a Milano

Presa di mira la sede del Carroccio «Darsena». La denuncia del deputato Grimoldi e segretario della Lega Lombarda: «Ancora un episodio grave, auguriamoci che non ci scappi il morto»

Appiccano fuoco nella notte alla saracinesca di una sede della Lega a Milano
Appiccano fuoco nella notte alla saracinesca di una sede della Lega a Milano ANSA

MILANO - «Un'altra aggressione ad una sede della Lega a Milano. Stanotte è stata incendiata la saracinesca della nostra sezione milanese 'Darsena'. Purtroppo si tratta dell'ennesimo atto intimidatorio contro una nostra sezione». Lo ha scritto in una nota Paolo Grimoldi, deputato della Lega e segretario della Lega Lombarda. «È da inizio estate che in Lombardia si ripetono attentati contro le nostre sedi, a Cremona, a Varese, a Bergamo, in Brianza, nel Milanese. Qui si sta scherzando con il fuoco - ha concluso Grimoldi - questa caccia al leghista rischia di degenerare in tragedia: auguriamoci che non ci scappi il morto».

L'allarme intorno alle 3.30 di questa mattina

Da quanto è possibile apprendere, la polizia è intervenuta all'altezza del civico 28 di via Giulio Carcano, in zona Navigli, intorno alle 3.30 di questa mattina. A dare l'allarme al numero di emergenza 112 è stato un abitante di un palazzo vicino che, dopo aver sentito dei rumori sospetti, ha visto dalla finestra le fiamme che divampavano senza però notare la presenza di persone. Quando l'equipaggio della Volante è giunta pochi minuti dopo davanti alla sezione il piccolo rogo si era già spento da solo e non è stato quindi necessario l'intervento dei vigili del fuoco.

Sul posto la Digos

Sul posto sono intervenuti anche gli investigatori della Digos che hanno sequestrato una bottiglietta di plastica parzialmente fusa utilizzata dagli «attentatori» per spargere il liquido infiammabile alla base della saracinesca a cui è stato dato fuoco. I danni alla struttura sarebbero fortunatamente minimi e si limiterebbero all'annerimento della saracinesca.

De Rosa (M5S): «Atto da condannare senza se»

L'attacco subito dalla Lega in nottata, con la saracinesca della sezione Darsena a Milano in fiamme, è «un episodio grave che condanniamo senza se e senza ma». Lo ha detto il consigliere regionale della Lombardia del Movimento 5 Stelle, Massimo De Rosa. «È evidente che esasperare i toni del dibattito non serve e può essere dannoso. La politica ha il dovere di mettere un freno a questa escalation. Come? - ha aggiunto il consigliere pentastellato - Coinvolgendo i cittadini, favorendone la partecipazione in prima persona al dibattito, attraverso proposte e risposte concrete, non giocando sui mal di pancia, o peggio, sulla rabbia delle persone», ha concluso De Rosa.

Roggiani (Pd): «Solidarietà alla Lega»

«Il clima di odio e insofferenza che si respira nel nostro Paese è insopportabile. Stamattina a Torino sono state intercettate dagli Uffici postali alcune buste con proiettili rivolte al Prefetto, all'ex senatore del Pd, Stefano Esposito, e alle agenzie di stampa Ansa e LaPresse; mentre stanotte hanno incendiato la saracinesca di una sezione della Lega in Darsena. Esprimo la mia solidarietà a chi è stato colpito da simili atti vigliacchi». Lo ha detto il segretario metropolitana del Pd, Silvia Roggiani, esprimendo vicinanza al Carroccio per l'attacco subito nella notte nella sezione del partito in Darsena, a Milano.