27 giugno 2017
Aggiornato 22:30
Il Maniaco collaudatore d'eccezione della montagna russa

Andrea Iannone a Gardaland a cavallo di un'aquila virtuale

Il pilota Suzuki testa la nuova attrazione del parco e si prepara al via della nuova stagione di MotoGP, stavolta vestito del blu Suzuki: «Mi ci trovo bene, è un ambiente familiare. Voglio restare sempre tra i migliori»

CASTELNUOVO DEL GARDA – In attesa della partenza del Mondiale MotoGP, Andrea Iannone ha collaudato la nuova attrazione di Gardaland, Shaman: le nuove montagne russe con la realtà virtuale. Pronto a salire a bordo della sua nuova Suzuki, il Maniaco è stato virtualmente trasportato sul dorso di un'aquila e ha affrontato la prima parte del percorso circondato da rocce e da imponenti totem simili a quelli delle montagne rocciose. In un crescendo di emozioni e magia, tutti gli elementi del mondo fisico presenti all'interno della realtà virtuale hanno preso vita: si sono materializzati così gli animali simbolo della cultura indiana con un orso e un'aquila per accompagnare la transizione dal mondo reale a quello degli spiriti attraverso il magico portale rappresentato da un acchiappasogni gigante.

Alla Suzuki mi trovo molto bene
«Non mi aspettavo assolutamente che una montagna russa potesse fare questo effetto, mi sembrava davvero di essere sul dorso di un'aquila. La realtà virtuale, applicata alle montagne russe, è qualcosa di incredibile che non avevo ancora mai provato prima d'oggi; regala delle belle emozioni e sono veramente molto entusiasta». Ma il 26 marzo riparte il Motomondiale: «Gli avversari sono tosti, ma questo rende tutto più interessante, soprattutto per chi è a casa – ha raccontato il pilota di Vasto – Spero di regalare tante soddisfazioni sia a me che alla mia squadra. Alla Suzuki mi trovo davvero molto bene, è un ambiente molto familiare ma contemporaneamente molto professionale. In questo momento della stagione non è facile fare dei pronostici. Il mio obiettivo è quello di essere sempre tra i top riders, negli ultimi due anni io sono sempre stato lì e quindi spero anche quest'anno di riuscire ad essere a ridosso dei migliori e continuare a crescere».

(Fonte: Askanews)