15 dicembre 2018
Aggiornato 09:30

Caso Cucchi, nove anni dopo ecco l'audio della telefonata dei Carabinieri ai soccorsi

«È epilettico. Ha tremori e non riesce a muoversi. Però in ambulanza deve sempre esserci uno dei nostri. È una persona arrestata»

ROMA - «118 di Roma. Sì, salve, i carabinieri di Roma Tor Sapienza. Senta, una cortesia, abbiamo un detenuto che con noi, che sta male, ha attacchi di epilessia». Inizia così la telefonata in cui un carabiniere della stazione Tor Sapienza di Roma chiede aiuto al 118 IL 16 ottobre 2009 perché Stefano Cucchi sta male. L'audio è stato depositato dal pm al processo.