18 settembre 2020
Aggiornato 22:00
Pedofilia e Internet

Pedofilia, adescava minori in chat con profili fake: arrestato dirigente sportivo

La Polizia postale di Torino ha eseguito un'ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari nei confronti di un 24enne residente nel Cuneense, direttore sportivo di una squadra di calcio giovanile, responsabile di aver adescato per oltre 3 anni più di 100 minori

https://adv.diariodelweb.it/video/askanews/2017/06/20170627_video_11401929.mp4

CUNEO - Senza scrupoli usava profili fake per adescare minori. La Polizia postale di Torino ha eseguito un'ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari nei confronti di un 24enne residente nel Cuneense, direttore sportivo di una squadra di calcio giovanile, responsabile di aver adescato per oltre 3 anni più di 100 minori. I ragazzi caduti nella trappola del loro aguzzino sono quasi tutti appartenenti al mondo del calcio giovanile e militavano in varie squadre. L'uomo, usando falsi profili femminili sui social Facebook, WhatsApp, Kik e Telegram, contattava i ragazzi per avere contatti "privilegiati" con gli stessi. Chiedeva e spesso otteneva foto e video a luci rosse. In altre situazioni il criminale proponeva invece un fantomatico "mènage à trois", salvo poi tirarsi apparentemente indietro in modo da proporre alle vittime di incontrare solo il suo fidanzato, cioè egli stesso. Cosa però che non è mai avvenuta, così come non è intervenuto alcun rapporto fisico tra l'adescatore e le sue vittime.