23 marzo 2019
Aggiornato 09:00
La manifestazione

Duemila in piazza a Genova contro il Decreto Sicurezza

In piazza con «Genova che osa» Anpi, Arci, Cgil, Pd, Radicali, Libera, Giovani democratici, Rete a Sinistra, sigle antirazziste e pacifiste

Duemila in piazza a Genova contro il Decreto Sicurezza
Duemila in piazza a Genova contro il Decreto Sicurezza ANSA

GENOVA - Oltre 2000 persone hanno partecipato a una manifestazione contro il Decreto Sicurezza del governo a Genova. «Genova è una città aperta, dimostriamolo: chi scappa dalla fame e dalla guerra va accolto» hanno detto gli organizzatori, il movimento «Genova che osa». Erano presenti tra gli altri Anpi, Arci, Cgil, Pd, Radicali, Libera, Giovani democratici, Rete a Sinistra, sigle antirazziste e pacifiste.

La giunta Bucci favorevole al Decreto

Un corteo si è diretto a Palazzo Tursi, sede del Comune. La giunta Bucci non ha protestato contro il decreto. C'è stato qualche momento di tensione quando sono state sventolate alcune bandiere del Pd e alcuni giovani dell'area antagonista hanno protestato facendole abbassare. E' stata sottolineata la necessità di non interrompere i percorsi di integrazione di tanti migranti che secondo gli organizzatori il decreto mette in discussione.

Gesti simbolici

Davanti a Palazzo Tursi una trentina di manifestanti si sono seduti a terra in segno di protesta contro le multe ai senzatetto che bivaccano nei parchi cittadini.