16 dicembre 2018
Aggiornato 09:30

Maltempo, Genova in allerta rossa «senza criticità»

Il livello dei torrenti maggiori non preoccupa. C'è apprensione per mareggiate e venti forti in serata. Toti: «C'è preoccupazione»

(ANSA)

GENOVA - Sono trascorse senza creare criticità particolari le prime ore di allerta rossa su Genova e Savona. L'allerta rossa è scattata alle 6, dopo una notte in allerta arancione, ed andrà avanti fino alle 18, mentre nella provincia della Spezia l'allarme rosso sarà dalle 12 alle 24. Nell'Imperiese l'allerta è arancione fino alle 15. Scuole chiuse in quasi tutti i Comuni. A Genova chiusi anche cimiteri, parchi, accessi alle passeggiate a mare, biblioteche, impianti sportivi. Sospese le attività all'aperto.

ATTESA MAREGGIATA - Ci sono smottamenti e allagamenti di box per l'esondazione di alcuni piccoli rivi. E'avvenuto a Busalla con il rio Chiappa e a Sori con l'omonimo corso d'acqua. Uno smottamento a Borzoli e la frana di un muro di contenimento a Voltri. Cinque famiglie sono isolate a Davagna. Il livello dei torrenti maggiori non preoccupa. C'è apprensione per mareggiate e venti forti in serata e per la quantità di pioggia che cadrà su terreni già intrisi d'acqua e che farà innalzare rapidamente i torrenti e potrà causare frane.

TOTI: PREOCCUPAZIONE - «Nelle prossime 24 in Liguria ci saranno forti precipitazioni e una mareggiata che può essere una delle più potenti degli ultimi anni. La concomitanza dei due fattori crea una situazione meteo preoccupante». Lo annuncia il presidente della Liguria Giovanni Toti. Oggi dalle 6 alle 18 sarà allerta rossa su gran parte della provincia di Savona, in quella di Genova e in quella della Spezia dove però scatterà dalle 12 a mezzanotte. «La pioggia ha intriso i terreni, pioverà su una precipitazione già abbondante. I fiumi rischiano di scaricare meno in mare per il moto ondoso importante. Questo combinato preoccupa». Sarà la prima allerta rossa con a Genova lo scolmatore del torrente Fereggiano funzionante anche se non collaudato.