29 novembre 2022
Aggiornato 18:00
Immigrazione

Nel giorno della fine del Ramadam il macabro «regalo» davanti al centro per migranti

A Sacile (Pordenone) ritrovata una testa di maiale mozzata sulla recinzione di un alloggio che ospita otto richiedenti asilo

PORDENONE - Una testa di maiale mozzata appoggiata sulla recinzione di un alloggio che ospita otto richiedenti asilo è stata trovata questa mattina, a Sacile (Pordenone), dagli occupanti della casa che si stavano accingendo a partecipare all'odierna festa per la fine del Ramadan. Sono stati immediatamente allertati i carabinieri della locale Compagnia, che hanno fatto rimuovere la testa e alcune interiora di maiale da parte di personale della municipalizzata.

Indagano i carabinieri
Secondo quanto si apprende, gli otto richiedenti asilo non hanno mai creato problemi né i vicini o la comunità locale si sarebbero mai lamentati della loro presenza. Sono in corso accertamenti per risalire agli autori del gesto. I migranti non hanno voluto fare denuncia pur ritenendo l'accaduto offensivo e irriguardoso in merito alla loro cultura religiosa. La città di Sacile è la seconda per popolazione della provincia di Pordenone e non ci sono mai stati segnali di intolleranza.