15 ottobre 2019
Aggiornato 13:30
Genova Sturla

Paura in città, proseguono le indagini sul furgone rubato che arriva dalla Francia

Al suo interno ritrovate 3 taniche contenenti un liquido, sembrerebbe trattarsi di carburante. Nessuna traccia del ladro né della sua destinazione ultima

Intervenuti gli agenti della Polizia
Intervenuti gli agenti della Polizia ANSA

GENOVA STURLA - Conterrebbero gasolio le tre taniche da 5 litri ritrovate all'interno di un furgone parcheggiato lungo corso Europa, in via Swinburne, che ha allarmato le forze dell'ordine ieri mattina. Differentemente da quello che riportavano le etichette , ovvero acido cloridrico, liquido che ha subito messo in allarme causando la chiusura della strada per accertamenti da parte degli artificieri, Vigili dei Fuoco e volanti, oltre che la Digos.

IL DUCATO BIANCO - Il furgone è un veicolo commerciale con targa francese appartiene a una ditta di vasellame e risulta essere stato rubato lo scorso 28 marzo a Lione: da giorni era parcheggiato in corso Europa tanto da aver suscitato il malcontento dei residenti che hanno chiamato la Polizia municipale. Nel cassetto anteriore del mezzo sono stati ritrovati 4 telefoni cellulari e la patente di guida di proprietà dell'autista del mezzo, dipendente della ditta di vasellame.

L'ALLARME - Il furto del mezzo pesante aveva infatti fatto scattare l'allarme di allerta internazionale, come prassi da dopo l'attentato di Nizza e quindi previsto nel protocollo antiterrorismo. Con il ritrovamento della vettura la Polizia, per ora, non è riuscita a risalire ad alcun indizio che possa indentificare il ladro o dove sia diretto. Il gasolio contenuto nelle taniche probabilmente doveva fungere da scorta di carburante per il mezzo, così da non doversi mai fermare da dopo la partenza dallo stato vicino.

ULTERIORI ACCERTAMENTI - Nonostante le poche certezze rilevate, le indagini non si sono fermate, infatti gli uomini del nucleo Nbcr (nucleare, biologico, chimico e radiologico) dei Vigili del Fuoco ha prelevato del liquido dalle taniche per poter eseguire le dovute analisi di laboratorio, il ducato invece risulta parcheggiato in deposito, per ora.