12 dicembre 2018
Aggiornato 12:30

Fico riapre Montecitorio ai cittadini: rimarginare la ferita tra istituzioni e popolo

E la rinuncia all'indennità serve a dare un segnale di cambiamento culturale, ha spiegato
Il presidente della Camera Roberto Fico durante l'iniziativa "Montecitorio Porte Aperte"
Il presidente della Camera Roberto Fico durante l'iniziativa "Montecitorio Porte Aperte" (ANSA/RICCARDO ANTIMIANI)

ROMA - «C'è una ferita troppo profonda e grande» tra cittadini e istituzioni «e va rimarginata è uno dei compiti che mi sono dato. Se ci riusciamo ci sentiamo tutti più Stato e comunità, e una comunità forte lotta e non si fa fregare, è come costruire le fondamenta di una casa». Lo ha detto il presidente della Camera, Roberto Fico, incontrando i visitatori nella sala della Regina per l'iniziativa «Montecitorio a porte aperte». Fico ha accolto diversi gruppi di cittadini sia all'apertura dell'evento che nelle diverse sale in cui si sviluppa la visita guidata al Palazzo: «Ci tenevo a provare a incontrarvi tutti e a farvi un saluto di cuore perché vedere tante persone che riescono a entrare alla Camera dei deputati che fanno domande e danno suggerimenti è una cosa stupenda. E' fondamentale e importante che i cittadini tornino a sentirsi istituzioni e le istituzioni si avvicinino ai cittadini perciò qui ci saranno sempre più iniziative», ha assicurato.

Basta privilegi
«Servono istituzioni autorevoli che possano parlare all'estero e internamente, ci sono troppi privilegi» frutto di «stagioni in cui ognuno ha pensato di poter fare ciò che voleva, noi cittadini non siamo riusciti a opporci nel modo giusto e hanno creato una divisione, qui c'era troppa distanza», ha sottolineato rispondendo alle domande di un altro gruppo che stava visitando la sala della Lupa. «Ho rinunciato all'indennità di funzione da presidente della Camera non perché penso che il lavoro non debba essere giustamente retribuito, si tratta di 4600 euro lordi è un segnale per rilanciare un dato culturale che rimargini le ferite. Servo le istituzioni, per me è un onore farlo gratuitamente ma il lavoro nella società va pagato e retribuito bene»

Lotta alla povertà
Serve il reddito di cittadinanza? «Serve mettere al centro dell'agenda politica nazionale la lotta alla povertà e riuscire a risolverla", sostiene Fico, interpellato dal GrRai sulla necessità di attuare uno dei temi forti della campagna elettorale del M5s, appunto il reddito di cittadinanza. Quanto all'altro cavallo di battaglia dei Cinque Stelle, «dobbiamo senza dubbio combattere i privilegi che fanno parte dei costi della politica e razionalizzare i costi della Camera senza ridurre i costi della democrazia», dice Fico.