5 aprile 2020
Aggiornato 16:00
Genova

8 marzo: la voce delle donne al cimitero monumentale

Flash mob con cento donne vestite di rosso che hanno cantano "Respect and love", canzone dell'artista genovese Alessia Ramusino

Le cento donne in rosso
Le cento donne in rosso ANSA

GENOVA - Cento donne vestite di rosso, provenienti dalla società civile, dalle istituzioni, dal mondo delle professioni e dell'arte, ma anche molte persone comuni, hanno percorso la scalinata del Pantheon, al Cimitero di Staglieno, cantando 'respect and love'. Parole che sono il messaggio centrale di Yallah, la canzone che l'artista genovese, Alessia Ramusino ha composto per ricordare il femminicidio di Melania Rea e che è diventato inno per la lotta contro la violenza.

PARTECIPAZIONE - «Cento è un numero simbolico - spiega l'artista, che ha organizzato il flash mob - ma la cosa importante è che siamo tutte unite per poter portare avanti questo messaggio». L'evento ha visto la partecipazione attiva del Comune di Genova che ha messo a disposizione gli spazi e ha contribuito all'organizzazione.
   

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal