6 giugno 2020
Aggiornato 16:30
Savona

Sparatoria in casa: gli doveva 150 euro di droga

Il secondo episodio in pochi giorni. L'aggressore ha cercato di scappare cambiandosi anche i vestiti, preso dalla Polizia è stato arrestato, La vittima è grave

Auto della Polizia
Auto della Polizia ANSA

SAVONA - Ancora un'aggressione armata a Savona. Dopo quella del 26 febbraio scorso, in cui il 47enne Massimo Scozzaro aveva esploso tre colpi di pistola contro il coetaneo Enrico Pasquale, ferendolo alla gamba e all'addome, questa volta a sparare è stato Salvatore Gagliardi, 41 anni.

I FATTI - Il ferito è Luca Giordano, 47 anni, a cui l'aggressore per questioni di droga doveva 150 euro. Gagliardi lo ha invitato a salire in casa per pagarlo, ma una volta lì ha fatto fuoco con una Beretta 9x21 con matricola abrasa. L'uomo ha esploso almeno due colpi, uno nell'abitazione e uno nella tromba delle scale (gli accertamenti della Polizia scientifica sono ancora in corso). Giordano è stato portato in ospedale in codice rosso.

ARRESTO - L'autore dell'aggressione è stato arrestato poco dopo dai poliziotti: nel tentativo di sfuggire alla cattura si era recato in un altro appartamento dove si era disfatto dell'arma e dei vestiti, cambiandosi. La vittima è stata denunciata a piede libero: nella sua auto sono stati rinvenuti coltelli.
   

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal