7 dicembre 2019
Aggiornato 08:30
Liberi e uguali

Boldrini: «Dietro all'odio in rete contro di me la mano di Salvini»

Il leader di Leu: «C'è una motivazione alla base delle minacce che ricevo: l'impegno che da anni metto nel denunciare l'insorgere di gruppi fascismi»

ROMA - «C'è una motivazione alla base delle minacce che ricevo. Non giro attorno alle cose: l'impegno che da anni metto nel denunciare l'insorgere di gruppi fascismi, anche sulla rete, con pagine apologetiche e l'apologia è un reato. Poi avere fatto sempre una battaglia per i diritti delle donne. E poi perché mi batto per i diritti di tutti perché una società è più coesa se si garantiscono i diritti». Lo ha dichiarato la presidente della Camera Laura Boldrini intervistata da Radio Popolare.

Salvini cattivo maestro
«Tutto questo non viene accettato da uno zoccolo duro di misoginia e cultura retrograda che non accetta che una donna faccia questo - sottolinea -. Su di me si scatena una furia di una galassia di estrema destra e di cattivi maestri che si scatenano in tv. Matteo Salvini è uno di questi».