Italia | Decreto salva-banche

La presidente dell'associazione Vittime del Salvabanche scende in campo con Giorgia Meloni

La paladina dei risparmiatori truffati dalle banche ha deciso di candidarsi con Fratelli d'Italia e Giorgia Meloni: si tratta di Letizia Giorgianni

La paladina dei risparmiatori truffati scende in campo con Giorgia Meloni
La paladina dei risparmiatori truffati scende in campo con Giorgia Meloni (ANSA)

SIENA – La paladina dei risparmiatori truffati dalle banche ha deciso di candidarsi con Fratelli d'Italia e Giorgia Meloni. Si tratta di Letizia Giorgianni ed è la presidente dell'associazione Vittime del Salvabanche. Originaria di Montepulciano, in provincia di Siena, si è battuta con coraggio per difendere i diritti dei cittadini cui le banche hanno portato via tutti i risparmi ed è diventata uno dei volti più noti della battaglia civile e legale. Giorgianni ha scelto di aderire al partito di Giorgia Meloni e lo scorso weekend ha partecipato al Congresso di FdI che si è svolto a Trieste, scontentando però alcuni membri della sua stessa associazione che invece si sentono più vicini al Movimento 5 stelle.

La paladina dei risparmiatori scende in campo con Meloni
Come riporta Il Giornale, Letizia Giorgianni ha tenuto a precisare che la sua è «una scelta libera e personale» che non riguarda l'associazione che rappresenta, che a prescindere da eventuali candidature politiche della sua presidente «resta apolitica e apartitica». Giorgianni però si sente particolarmente vicina a Fratelli d'Italia: «Oltre che condividerne le linee programmatiche, vorrei ricordare che Giorgia Meloni ha sempre dimostrato estrema sensibilità sul tema dei risparmiatori». La presidente dell'associazione Vittime del Salvabanche precisa però di non voler inserire «l'associazione in un contenitore politico, perché so bene che al suo interno ci sono anime diverse». Giorgianni ha anche precisato di non aver ricevuto per il momento alcuna proposta certa di candidatura, le hanno solo chiesto di entrare nel partito e lei ha accettato. «Ma se arriverà una candidatura sarò felice di accettarla perché significherebbe che il mio impegno a tutela dei risparmiatori guadagnerà ancora più forza», ha concluso.