25 giugno 2019
Aggiornato 01:00
Governo Gentiloni

Mdp: «Cacciati dalla maggioranza», ma sulla legge di bilancio...

Alfredo D'Attorre: «Se su una questione così dirimente di democrazia e di regole è chiaro che le strade si separano definitivamente»

ROMA - «Lo strappo sulla legge elettorale segnerà la nostra definitiva presa di distanza dal governo e dalla maggioranza. Se su una questione così dirimente di democrazia e di regole è chiaro che le strade si separano definitivamente». Lo ha detto Alfredo D'Attorre, esponente di Mdp, a proposito delle conseguenze della decisione di mettere la fiducia sulla legge elettorale. Per D'Attorre, inoltre «la fiducia sul Rosatellum è più grave di quella sull'Italicum perché siamo a pochi dalle elezioni e all'inizio dell'esame del testo».