23 febbraio 2020
Aggiornato 21:00
Atreju 2017

Atreju, Meloni: «La nostra priorità? Italia, Italia, Italia»

Più di 1000 persone hanno popolato le Officine Foro Italico in occasione della inaugurazione di Atreju 2017, la grande manifestazione organizzata da Fratelli d'Italia e dalla sua presidente Giorgia Meloni

ROMA - Più di 1000 persone hanno popolato le Officine Foro Italico in occasione della inaugurazione di Atreju 2017, la grande manifestazione organizzata da Fratelli d'Italia e dalla sua presidente Giorgia Meloni. Insieme a lei, a raccolta, i vari compagni di viaggio che condividono le tre priorità politiche che Meloni ha così sintetizzato: «Italia, Italia, Italia». In tre parole, «prima gli italiani», ha urlato Meloni dal palco della sala Italo Balbo, ricordando che il titolo scelto per l'evento, «E' tempo di patrioti», non è affatto casuale. «Atreju compie vent'anni, dietro ad Atreju siamo diventati tutti vecchi, abbiamo cominciato ad organizzarla che eravamo giovanissimi. È una manifestazione che ci ha dato grandi soddisfazioni e che ha rappresentato, in un tempo in cui è cambiato tutto, un punto di riferimento, con una comunità, con una storia, con una identità politica che esiste: è viva e vegeta e continua a portare avanti le sue idee», ha detto Meloni. 

Meloni: ci chiedono discontinuità
L'intenzione della Presidente di FdI, che nei suoi brevi saluti non ha voluto anticipare il contenuto del suo discorso di domenica, era quella di riunire tutti coloro che, nelle ultime settimane, sono stati protagonisti di dibattiti a distanza sulle pagine dei giornali: perché, spiega Meloni, la gente chiede discontinuità dalle attuali politiche, una discontinuità che non può essere garantita né dal servilismo di Renzi, né dall'inesperienza dei Cinque stelle. La sfida, per il centrodestra, è dunque quella di prendersi la responsabilità di rendere l'Italia di nuovo orgogliosa di se stessa.