Movimento Cinque Stelle

Grillo insulta ancora i giornalisti: «Vi mangerei solo per il gusto di vomitarvi»

Non è nuovo Beppe Grillo a lanciare critiche nei confronti dei giornalisti, ma questa volta ha il leader del Movimento Cinque Stelle ha quasi superato se stesso. Rivolto ai giornalisti che lo attendevano davanti all'Hotel Forum, ha pesantemente inveito nei loro confronti

Beppe Grillo all'uscita dall'Hotel Forum
Beppe Grillo all'uscita dall'Hotel Forum (ANSA/CLAUDIO PERI)

ROMA - Non è nuovo Beppe Grillo a lanciare critiche nei confronti dei giornalisti, ma questa volta ha il leader del Movimento Cinque Stelle ha quasi superato se stesso. Rivolto ai giornalisti che lo attendevano davanti all'Hotel Forum, dove il comico genovese ha alloggiato durante la sua due giorni romana, ha infatti dichiarato: «Questo è sequestro di persona, io vi mangerei solo per il gusto di vomitarvi». .

I principi del pettegolezzo
«Siete i principi del pettegolezzo - ha inveito Grillo, facendosi strada tra la ressa delle telecamere per salire nella sua automobile - quindi non mi coinvolgerete più»«Un minimo di vergogna - ha chiesto - voi la percepite per il mestiere che fate sì o no? O il vostro lavoro da dieci euro al pezzo giustifica tutto questo? Specialmente in questa città sulla realtà delle cose vi ponete un minimo di responsabilità di quello che mandate in onda sui giornali e nelle TV? Un minimo di amor proprio per questa terra qua ce l'avete o no? Non avete nessun tipo di responsabilità?».

La provocazione
Chiuso da 18 ore nell’hotel Forum di Roma, Grillo, atteso da decine di giornalisti davanti alla porta dell’albergo, ha concesso alla stampa solo un gesto: ha calato due lenzuola annodate dalla finestra senza affacciarsi. Un carcerato che vorrebbe evadere? Una fanciulla che aspetta il principe azzurro? Di sicuro il gesto del leader M5s ha attirato l’attenzione dei passanti, soprattutto turisti, che si sono chiesti sconcertati: «what about this?». Nella speranza di sentirsi rispondere forse, vista la mobilitazione mediatica, «It’s Richard Gere». L’attore americano si trova infatti a Roma per la prima del suo ultimo film.