8 marzo 2021
Aggiornato 07:00
Immigrazione

Immigrazione, Governo dice no a sgomberi se non ci sono case. Meloni: sinistra si arrende alla mafia delle occupazioni abusive

'Se occupi illegalmente, lo Stato ti garantisce una casa; se invece rispetti la legge puoi continuare a dormire sotto i ponti'. Lo ha scritto su Facebook il presidente di Fratelli d'Italia, Giorgia Meloni

ROMA - Dopo i fatti di piazza dell'Indipendenza, il Viminale è pronto a far rispettare le regole in materia di sgomberi e di alloggi per i migranti. Stando a fonti del ministero dell'interno, la prossima settimana il ministro Marco Minniti emanerà una direttiva destinata ai prefetti in modo da richiamare al rispetto di 'regole già esistenti' per effettuare gli sgomberi ricorrendo alla forza pubblica. Il documento - stando alle ricostruzioni dell'Osservatore romano - fissa tre punti essenziali: l'individuazione di strutture in grado di accogliere le famiglie occupanti che hanno diritto a una casa, la presenza sul territorio di ospedali che si facciano carico di eventuali ammalati fra di loro, e infine la disponibilità di strutture adatte all'accoglienza dei bambini. Secondo il presidente della Commissione diritti umani del Senato, Luigi Manconi, il ministro Minniti "non autorizzerà altri sgomberi a Roma senza che vi siano già pronte soluzioni abitative alternative".

Meloni: "Sinistra si arrende alle mafie"
"Il Governo Pd sospende tutti gli sgomberi delle occupazioni abusive perché prima di intervenire 'servono soluzioni abitative alternative'. Tradotto: se occupi illegalmente, lo Stato ti garantisce una casa; se invece rispetti la legge puoi continuare a dormire sotto i ponti». Lo ha scritto su Facebook il presidente di Fratelli d'Italia, Giorgia Meloni. "La sinistra al governo - ha osservato - si arrende ancora una volta alla mafia delle occupazioni abusive e lascia le nostre città in balia di zone franche, prepotenti e illegalità diffusa. La posizione di Fratelli d'Italia è opposta: se hai diritto a una casa popolare, ti metti in fila come tutti gli altri e aspetti il tuo turno; se occupi illegalmente ti sgombero con la forza e ti sbatto in galera e, se sei straniero, ti caccio dall'Italia». "Perché la legge e le regole - ha concluso Meloni - servono a difendere i più deboli, gli anziani, le famiglie, i disabili che non si metteranno mai a occupare illegalmente e a fare gli scontri con la Polizia".

"Italiani bisognosi non si mettono a fare i preziosi"
Interviene anche sul caso di piazza Indipendenza a Roma la leader di FdI: "Gli occupanti di Piazza Indipendenza avrebbero rifiutato gli alloggi offerti. Pare non fossero di loro gradimento». Questi 'brutti alloggi' "schifati" dagli immigrati - ha aggiunto - si possono almeno dare agli italiani bisognosi, "che certamente non si metteranno a fare i preziosi? E gli immigrati che hanno vissuto per anni nell'illegalità, e che fanno gli schizzinosi, si possono cortesemente rispedire a casa loro? E quei quattro scemi dei centri sociali che manifestano con gli africani si possono mandare in Africa con loro? Grazie".

"Vergogna"
Se sei un 'rifugiato' che occupa abusivamente un palazzo nel centro di Roma per 4 anni e poi lanci sampietrini e bombole del gas contro le Forze dell'Ordine per non essere sgomberato, ha scritto ancora Meloni su Facebook, "tutti si preoccupano di darti una casa gratis e mezzo Parlamento ti difende e attacca la Polizia che fa rispettare la legge. Se invece sei un padre di famiglia sotto sfratto con due bambini piccoli e sei in grave difficoltà economica ma ti impegni a pagare per avere un tetto sopra la testa, le Ong hanno sempre altre priorità 'umanitarie' di cui occuparsi e tutti ti chiudono la porta in faccia. Che vergogna. Questo, ovviamente, fino quando gli italiani non decideranno di affidarci il governo della Nazione".