20 marzo 2019
Aggiornato 18:00
Lega Nord

Referendum, Fedriga: «Col Sì una super-casta di senatori con super-rimborsi spese»

Il segretario nazionale Lega Nord Friuli Venezia Giulia ad Agorà su Rai3: «Questa riforma crea super-casta di senatori con super-rimborsi spese. Si fa passo indietro e Costituzione rimarrà bloccata per 30 anni sotto il ricatto del Pd»

ROMA - Il segretario nazionale Lega Nord Friuli Venezia Giulia, Massimiliano Fedriga, ad Agorà su Rai3 per illustrare le ragioni del No al referendum costituzionale del prossimo 4 dicembre. Fedriga ha attaccato il premier, Matteo Renzi per aver personalizato la campagna elettorale: «Qualcuno veramente crede che nell'ipotesi che vincesse il Sì Renzi non vedrebbe quel Sì come un plebiscito su se stesso?». L'esponente del Carroccio ha invitato a riflettere seriamente sul significato del voto: «Quel Sì non vuole dire sì alla riforma, vuole dire sì alle politiche sull'immigrazione che ha fatto Renzi, sì alle politiche sui voucher sul lavoro, vuol dire tutto questo». Il deputato leghista ha continuato dicendo che nessuno lo potrà mai convincere del fatto che il presidente del Consiglio non sfrutti una eventuale vittoria del Sì per «rafforzarsi e rafforzare la sua posizione politica anche all'interno del suo partito». Quanto alla riforma per Fedriga è  «pessima», ma è necessario riflettere sul post referendum: «Renzi la prima cosa che farà dopo la vittoria del Sì è far fuori tutti i nemici interni. Prenderà come un avvallo a tutte le politiche che ha portato avanti fino ad adesso, quel Sì, da parte di tutti gli elettori».