3 aprile 2020
Aggiornato 21:30
Spuntano le intercettazioni

Pr arrestato per sesso con minori: «Sapeva di delinquere»

Le manette erano scattate a febbraio, quando un pr 56enne romano veniva arrestato con l'accusa di aver praticato sesso con tre minorenni in cambio di soldi

Sesso con minori in cambio di denaro
Sesso con minori in cambio di denaro Shutterstock

ROMA - «Elevatissima capacità a delinquere» e consapevolezza dell'«illiceità penale delle sue condotte e dei conseguenti rischi». Così il gip di Roma Cinzia Parasporo scrive nell'ordinanza di custodia cautelare emessa nei confronti di un pr romano 56enne, accusato di aver praticato sesso con tre minorenni e per questo arrestato lo scorso febbraio.

Le intercettazioni
Spuntano le intercettazioni dalle quali risulta evidente che in cambio di quel sesso, l'uomo dispensava denaro ai minorenni: «Sono andato a portare 50 euro ad un fidanzatino mio, che so' già due giorni che mi chiede 20... me mettono in galera, guarda... non te dico quanti anni c'ha che te pja un colpo», afferma, nel corso di una telefonata con un amico, il 56enne.

Pericolo di fuga
Il gip nell'ordinanza prefigura il pericolo di fuga, poiché l'imputato «fornisce indirizzi fittizi, tanto che la sua effettiva abitazione è stata individuata a mezzo georeferenziazione e attività di intercettazione». Grazie al suo lavoro di pr, infatti, l'imputato avrebbe contatti «con persone benestanti alle quali avrebbe potuto rivolgersi per organizzare la fuga».

Già violenza sessuale
La fedina penale del pr romano vanta, però, altri importanti reati. Tra i numerosi precedenti del pr spunta anche la violenza sessuale. Il pm Eugenio Albamonte ha chiesto il giudizio immediato, mentre le indagini continuano per comprendere se nella rete dell'imputato erano finiti altri ragazzini e se sono coinvolti altri pedofili. 

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal