28 settembre 2020
Aggiornato 00:30
Si conclude la due giorni alle Nazioni Unite del ministro

Gentiloni: «L'intervento in Libia senza governo è un salto nel buio»

Da New York, il ministro degli Esteri ha specificato le condizioni poste dall'Italia prima di intervenire in Libia: «Serve una strategia non solo militare. Abbiamo bisogno di aspetti culturali e finanziari».

NEW YORK - Una due giorni concentrata da una parte sulle sfide nel Mediterraneo e in particolare sulla questione libica, dall'altra sulla candidatura dell'Italia al Consiglio di sicurezza. Il ministro degli Esteri Paolo Gentiloni ha avuto diversi incontri alla Nazioni Unite con i rappresentati degli Stati membri per continuare a fare pressioni in questa direzione in vista delle votazioni per decidere i seggi non permanenti.

Colloquio con Kobler
Incontri che sono culminati ieri in serata, quando il ministro ha avuto un colloquio con Martin Kobler, l'inviato speciale dell'Onu per la Libia. «L'inviato delle Nazioni unite cercherà di compiere un nuovo e ultimo tentativo di fare esprimere la maggioranza e arrivare a un governo di unità libico, altrimenti si cercherà una modalità diversa», ha spiegato Gentiloni a margine del suo intervento al Council on Foreign Relations di New York sul tema «Beyond Turmoil: Challenges and Opportunities in the Mediterranean».

Le condizioni italiane
Gentiloni come ha ribadito che prima di qualsiasi intervento mirato, e solo su richiesta del governo libico, serve che il Paese riesca a formare una coalizione unitaria, iniziando un processo di stabilizzazione. Comunque, oltre a bocciare qualsiasi spedizione militare nel Paese, Gentiloni sostiene che un intervento senza un governo stabile sarebbe «un salto nel buoi». Il ministro ha ricordato come per riuscire a risolvere al meglio la situazione in Libia non ci vuole soltanto la forza: «Serve una strategia non solo militare. Abbiamo bisogno di aspetti culturali e finanziari», ha detto ribadendo che l'Italia avrà un ruolo di coordinamento delle azioni nel Paese.

(Con fonte Askanews)