11 luglio 2020
Aggiornato 03:00
partecipano anche artisti e politici

Sciopero generale del 1 novembre

La manifestazione si terrà a Roma, dalle ore 10.00 in piazza SS Apostoli, dove è previsto l’arrivo di lavoratori e lavoratrici da Trentino, Lombardia, Toscana, Campania, Puglia. Parteciperanno inoltre artisti e intellettuali, esponenti politici e dei comitati a sostegno della mobilitazione

ROMA - Domenica 1 novembre l’USB Lavoro Privato proclama lo sciopero generale del Commercio e della Grande distribuzione organizzata e, assieme ai movimenti contro il lavoro domenicale e festivo, indice una manifestazione nazionale per dire NO alle liberalizzazioni nel commercio.

Contro il lavoro domenicale
La manifestazione si terrà a Roma, dalle ore 10.00 in piazza SS Apostoli, dove è previsto l’arrivo di lavoratori e lavoratrici da Trentino, Lombardia, Toscana, Campania, Puglia. Parteciperanno inoltre artisti e intellettuali, esponenti politici e dei comitati a sostegno della mobilitazione. Dal palco interverranno, tra gli altri: Marco Furfaro, Segreteria Nazionale SEL; il consigliere Enrico Stefàno, M5S, portavoce dell’Assemblea Capitolina; l'avvocato del lavoro Bartolo Mancuso; Enrico Sitta, di Rete Tilt; i giornalisti Fabio Sebastiani, Direttore Responsabile di ControLaCrisi.org e Sergio Cararo, di Contropiano.org. Previsti inoltre gli interventi di alcuni comitati di quartiere romani. Si esibiranno: Lercio - lo sporco che fa notizia, Le Dissonanze ed i Ponentino Trio. Sarà inoltre organizzata in solidarietà con i lavoratori della Rummo, invitati alla manifestazione, una spaghettata in piazza con i prodotti del pastificio beneventano colpito dall'alluvione.