18 gennaio 2020
Aggiornato 10:00
L'ira della deputata Roberta Lombardi

M5S: Roma retta da animatori turistici, si torni alle urne

Gli effetti di Mafia capitale ci stanno cadendo in testa letteralmente, serve il coraggio di agire, scrive Lombardi: «Noi siamo pronti a tornare alle urne e a governare questa città»

ROMA - «Il 6 maggio 2015 il procuratore Giuseppe Pignatone ha detto che 'la corruzione oggi in Italia e in particolare nella Capitale rappresenta un pericolo tanto quanto la criminalità mafiosa'. Ha ragione: a Roma e nel Lazio - dati della Corte dei Conti - costa circa 1,3 miliardi di euro». Lo scrive su Fb la deputata M5S Roberta Lombardi. 

Denaro sottratto ai servizi pubblici
«Soldi sottratti ai nostri servizi pubblici, sodi sottratti agli ospedali, alle scuole dei nostri bambini e soldi sottratti al trasporto pubblico locale. Oggi è crollato un controsoffitto nella stazione metro di Spagna, mettendo a rischio l'incolumità di centinaia di cittadini. Anche questo è uno dei tanti costi della corruzione in una città come Roma», continua la deputata M5S Roberta Lombardi.

Serve il coraggio di agire
«Gli effetti di Mafia Capitale e degli affari stretti da esponenti del Pd e Fi ai danni dei romani - prosegue - ci stanno letteralmente cadendo in testa. E intanto il sindaco Marino se ne va a Philadelphia da 'imbucato' alla visita del Papa, come confermato dallo stesso Pontefice. L'assessore Esposito dopo due mesi di mandato osa persino affermare che 'siamo appesi alla fortuna'. Ebbene, dica chiaramente se è a rischio l'incolumità dei pendolari e prenda le opportune misure invece di conversare allegramente con i giornalisti. Di animatori turistici a Roma ne abbiamo avuti abbastanza. Serve il coraggio di agire, noi siamo pronti a tornare alle urne e a governare questa città».

(con fonte Askanews)