21 aprile 2021
Aggiornato 00:00
Il sindaco in Vaticano

Marino: Giubileo sarà soprattutto di riflessione, non di grandi opere

L'Anno Santo della Misericordia, secondo la visione condivisa nella prima riunione della Cabina di Regia convocata questa mattina in Vaticano «sarà soprattutto di riflessione, non di grandi opere». Lo ha detto al termine dell'incontro il sindaco di Roma Ignazio Marino,

ROMA (askanews) - L'Anno Santo della Misericordia, secondo la visione condivisa nella prima riunione della Cabina di Regia convocata questa mattina in Vaticano «sarà soprattutto di riflessione, non di grandi opere». Lo ha detto al termine dell'incontro il sindaco di Roma Ignazio Marino, che ha spiegato che si punterà certamente «al miglioramento della nostra rete dei trasporti in modo che i pellegrini possano spostarsi a piedi e in bici, una volta arrivati nell'area metropolitana».

Il confronto di idee
E' stato un incontro molto costruttivo, ha concluso il sindaco «dove abbiamo confrontato le idee che avevamo sviluppato dopo i primi incontri avuti con monsignor Fisichella subito dopo l'annuncio del Giubileo della Misericordia». Prima riunione per la cabina di regia che vede Governo, Regione, Segreteria di Stato vaticana e Campidoglio insieme per coordinare le azioni più urgenti per organizzare il Giubileo della misericordia voluto da Papa Francesco.

Ospitalità low cost
E uno dei temi al centro di questo primo incontro «è stato quello dell'accoglienza low cost», ha detto il sindaco di Roma Ignazio Marino che, raggiunto dai cronisti a margine dell'incontro, ha spiegato che lo si è pensato, ad esempio «per i volontari che immaginiamo a centinaia vorranno rendersi disponibili per questo evento». Tra le priorità, «quella di organizzare un'ospitalità anche con dei campi e delle tende attrezzate per i giovani volontari, ma siamo solo all'inizio di un percorso che svilupperemo con dettagli più precisi nei prossimi giorni», ha concluso il sindaco.