20 giugno 2019
Aggiornato 09:30
Dal Parlamento alla tv tutti pazzi per amore

Il gossip erotico-sentimentale irrompe nella politica

l gossip erotico-sentimentale irrompe nella politica: il ministro delle Riforme del governo Renzi, Maria Elena Boschi, cerca l'amore ma dichiara di non essere attratta dal fascinoso ministro delle Finanze greco; Elisa Isoardi è oggetto di un'interrogazione parlamentare per aver discusso in tv col nemico del suo neofidanzato, e Silvio Berlusconi rischia di perdere lo sconto di pena.

ROMA – Il gossip erotico-sentimentale irrompe nella politica: il ministro delle Riforme del governo Renzi, Maria Elena Boschi, cerca l'amore ma dichiara di non essere attratta dal fascinoso ministro delle Finanze greco; la conduttrice Isoardi sembra è oggetto di un'interrogazione parlamentare per aver discusso in diretta televisiva col nemico del suo neofidanzato, Matteo Salvini, e Silvio Berlusconi rischia di perdere lo sconto di pena.

BOSCHI: VAROUFAKIS NON E' IL MIO TIPO – La scorsa estate il bikini del ministro delle Riforme ha fatto il giro della tv e dei giornali nazionali, e la sua vita sentimentale continua a essere oggetto di curiosità e provocazioni. «È cambiato qualcosa nella mia vita privata? Non ancora. Ma, come diceva mia nonna: 'L'amore non vuole che gli si corra dietro'». Lo dice il ministro Maria Elena Boschi in una intervista esclusiva pubblicata sul numero di «Chi» in edicola domani, mercoledì 25 febbraio, confidando ai lettori di essere ancora single. Tuttavia, il ministro si lascia andare anche a passioni d'altro tipo, confidando di essere una ballerina scatenata: «La discoteca? Ho cominciato tardi, verso i diciotto anni, a frequentarle. Da quando siamo al governo sono riuscita ad andarci solo d'estate, al mare». E del ministro Yanis Varoufakis, considerato il nuovo sex symbol della politica europea e primo uomo politico a finire sotto i riflettori per il suo sex appeal, dice: «Raggiungeremo la parità quando non sarà più importante per un politico come si veste o come è d'aspetto, a prescindere che sia uomo o donna. E comunque... non è il mio tipo».

INTERROGAZIONE PARLAMENTARE PER LA NEOFIDANZATA DI SALVINI – Il gossip sentimentale ha varcato anche i confini della tv di Stato, tanto che la conduttrice televisiva, Elisa Isoardi, è oggetto di un'interrogazione parlamentare per la sua condotta in studio durante la sua trasmissione.«La Rai chiarisca se ci sono episodi che lasciano pensare ad eventuali favoritismi e conflitti di interessi della conduttrice Elisa Isoardi nei confronti del leader della Lega Matteo Salvini e della sua linea all'interno della Lega Nord, alla luce della puntata di 'A conti fatti' in cui la conduttrice si è scontrata con il Comune di Verona, il cui sindaco Flavio Tosi è in rotta con il segretario leghista proprio in questi giorni». E' quanto chiede in una nota il deputato del Partito democratico Ernesto Magorno, annunciando la presentazione di una interrogazione alla Camera analoga a quella presentata al Senato da Laura Cantini. «La conduttrice Isoardi - spiega Magorno - ha detto pubblicamente di essere legata al segretario della Lega Nord. Alla vigilia delle elezioni in Veneto, proprio mentre si è fatto pesante lo scontro tra Tosi e Salvini, la trasmissione di Raiuno 'A conti fatti', che fino ad oggi non aveva mai fatto parlare di sé per la particolare virulenza, all'improvviso finisce nelle homepage di siti di informazione e sulle pagine dei giornali per lo scontro in trasmissione con il Comune di Verona. E' opportuno che la Rai dica con chiarezza - conclude - se ritiene appropriata la situazione».


BERLUSCONI FORSE PERDE LO SCONTO DI PENA - «Ho scritto a Ilda Boccassini semplicemente perché mi sembrava la cosa giusta e ragiono sempre con la mia testa. Voglio essere sincera... Per me stessa, ma soprattutto per mio marito e i miei figli", ha dichiarato Marysthell Polanco. La showgirl dominicana, oggi al settimo mese di gravidanza, vive a Monthey, nella svizzera francese col marito cestista Westher Molteni ed è indagata nell'ambito dell'inchiesta "Ruby ter" per falsa testimonianza e corruzione. «Ho deciso di restituire l'abitazione a Milano 2 a Berlusconi perché porta solo guai, per me e per lui. Gli ho lasciato tutto, gli ho detto che non mi interessa niente", conclude la Polanco: «Qui in Svizzera sono serena, tranquilla: ho tagliato i ponti col passato». Questa storia, però, rischia di costare a Silvio Berlusconi lo sconto di pena e di tenerlo fuori dalla politica ancora per un pò.