6 dicembre 2019
Aggiornato 07:00
Continua lo scontro Regioni-Governo

Spacca: anche noi dobbiamo tirarci su le maniche

Nello scontro tra le Regioni e l'Esecutivo di Renzio, il Presidente delle Marche, Gian Mario Spacca, si schiera al fianco del premier e della manovra finanziaria del governo.

TERNI - «E' una manovra che può anche essere letta positivamente perché il focus è sulla produzione del reddito che necessita per sostenere lavoro, welfare e servizi. E' opportuno recuperare la centralità dell'impresa attraverso la riduzione fiscale, e in particolare dell'Irap, per sostenere una crescita stabile e durature opportunità di lavoro e occupazione.» Lo ha detto il presidente della regione Marche Gian Mario Spacca commentando la legge di Stabilita'.

SPACCA: DOBBIAMO FARE LA NOSTRA PARTE - «Del resto, queste misure di riduzione fiscale legate a nuova occupazione sono state già sperimentate con successo da oltre un biennio dalla Regione Marche. I tagli agli enti locali sono significativi ma - ha aggiunto - se i cittadini sono costretti dalla crisi a tirare la cinghia, anche le Regioni e gli enti locali debbono fare altrettanto, dando il buon esempio, senza penalizzare i servizi alla comunità ma recuperando efficienza e produttività. Il confronto e la collaborazione istituzionale sono indispensabili per evitare eccessi e condividere questa strategia di responsabilità.»

AD ANCONA PER LA MACROREGIONE ADRIATICO IONICA - Il Presidente della Regione Marche, Gian Mario Spacca, è intervenuto anche al Forum della Macroregione Adriatico Ionica organizzato ad Ancona dalla Regione Marche e Lombardia in sinergia con Expo. Tra i relatori, anche i presidenti della Regione Lombardia Roberto Maroni e Abruzzo Luciano D'Alfonso. Per Spacca, le Macroregioni «funzionano» attraverso la governance multilivello, ovvero gli attuali soggetti istituzionali, gli Stati e le Regioni. Ad essi spetta ora definire i progetti che si appoggiano sia ai fondi strutturali, che hanno una priorità rispetto alla loro utilizzazione, sia ai fondi specifici di ognuno dei 4 pilastri che definiscono la strategia macroregionale. «Anche all'Expo di Milano - ha proseguito Spacca - si terrà un Forum della Macroregione Adriatico Ionica con gli 8 Paesi che aderiscono».