19 novembre 2019
Aggiornato 14:00

Epifani: «Mozione su Alfano? Prima leggiamo carte»

Il Segretario del PD a Repubblica TV: «E' prematuro. Qui c'è la corsa a far subito (con le mozioni, ndr), avrei aspettato il testo, avrei chiesto al governo di venire in aula. Sulla base di quello poi si decide se presentare una mozione di sfiducia»

ROMA - Il Pd aspetta di «leggere le carte» prima di decidere che comportamento tenere sulla mozione di sfiducia al ministro dell'Interno Angelino Alfano. Lo ha detto a Repubblica Tv il segretario democratico Guglielmo Epifani: «E' prematuro. Qui c'è la corsa a far subito (con le mozioni, ndr), avrei aspettato il testo, avrei chiesto al governo di venire in aula. Sulla base di quello poi si decide se presentare una mozione di sfiducia».

LETTA NON SAPEVA NIENTE - Insomma, «leggiamo le carte, vediamo cosa il governo decide di fare, perché ho impressione che vi saranno delle decisioni, e poi faremo una valutazione corretta. Ci sono responsabilità personali? Sicuramente, vanno colpite. Ora, è vero che c'è anche una responsabilità politica, magari una colpa di omissione o di non sapere davvero». E' ovvio che se venisse dimostrato che Alfano era a conoscenza, la richiesta di dimissioni sarà inevitabile: «Se sapeva e ci sono fatti acclarati e non è intervenuto... va da sè. Però se è avvenuto a sua insaputa, diventa ancora più inquietante, non lo dico per assolvere Alfano. Perché tutto questo è stato messo in moto senza che il ministro degli Interni sia stato informato».