27 luglio 2021
Aggiornato 07:30
Primarie Centrosinistra 2012

Renzi e la «catena di Sant'Antonio»

Se ogni sostenitore da qui a domenica mattina manderà un messaggio a dieci amici presenti nella propria rubrica telefonica invitandoli ad andare a votare alle primarie del centrosinistra per Matteo Renzi, alla fine il rottamatore vincerà. Bersani: Se Renzi non vince può candidarsi segretario

BOLOGNA - Se ogni sostenitore da qui a domenica mattina manderà un messaggio a dieci amici presenti nella propria rubrica telefonica invitandoli ad andare a votare alle primarie del centrosinistra per Matteo Renzi, alla fine il rottamatore vincerà. Nelle ultime ore di campagna elettorale il sindaco di Firenze arriva nella regione più 'nemica' che possa esserci, quella che ha dato i natali al segretario del Pd, Pierluigi Bersani, e che vede quasi tutto il partito compatto per eleggere la 'continuità'. Arrivato nel primo pomeriggio a Bologna, Renzi ha lanciato il suo ultimo invito: «Se parte il tam tam noi andiamo a vincere le primarie. Il cambiamento è già partito, si possono fare delle vere battaglie in nome delle idee e non delle poltrone».

La trasferta emiliana - La sua trasferta in Emilia Romagna si è complicata ieri quando, sia a Modena sia a Bologna, lo staff di Renzi ha trovato ostacoli per reperire sale capaci di contenere il pubblico per il suo comizio. A Modena diverse polisportive, da sempre in mano alla sinistra, hanno chiuso le porte al rottamatore che all'ultimo ha incontrato i suoi nell'ultima polisportiva rimasta libera, a Modena est, per un pranzo. A Bologna, invece, ci si è messa pure la Chiesa che ha negato l'utilizzo del cinema Galliera a poche ore dall'evento. Alla sala civica Baraccano, Renzi ha cercato di smorzare i toni: «Nessun sabotaggio, calma ragazzi. Vi vedo abbastanza grintosi...». La sala era troppo piccola per contenere gli oltre 300 supporter, tanto che dopo qualche minuto un agente della polizia municipale ha interrotto l'incontro per chiedere a diverse persone di uscire dalla sala e di seguire l'evento da un maxischerno in cortile.

Staff Renzi: Nessun fuori onda, polemiche insensate - «Vedo che proseguono insensate polemiche su un fuori onda di Matteo Renzi che in realtà non c'è mai stato». Lo afferma Sara Biagiotti del comitato Matteo Renzi aggiungendo: «Tutti i sostenitori di Bersani che si affrettano a commentare un presunto fuori onda facciano almeno prima lo sforzo di ascoltare la trasmissione e così capiranno che tutto era in onda».
«Forse non mi sono spiegata per bene: non c'è stato nessun fuori onda, non c'è stato nessun fuori onda, non c'è stato nessun fuori onda ! Forse dicendolo tre volte anche chi non vuol capire capirà».

Cuillo: Raggiunto un milione di iscritti - ««Abbiamo raggiunto il milione di iscritti tra le registrazioni online e gli uffici elettorali. Inoltre, domenica 25 novembre, saranno al lavoro 100mila volontari nei 9000 seggi e 9000 uffici elettorali sul territorio». Lo afferma Roberto Cuillo, responsabile Comunicazione del Comitato nazionale delle primarie del centrosinistra Italia.BeneComune.

Bersani: Se Renzi non vince può candidarsi segretario - «Se Renzi non vince immagino che continuerebbe a fare il sindaco di Firenze Poi l'anno prossimo c'è il congresso del Pd, anche lì ci sono le primarie, io sono stato eletto segretario con le primarie: chi ha interesse a organizzare un'area può farlo. Decideranno i nostri iscritti». Lo ha detto il segretario del Pd, Pierluigi Bersani, al Tg3.