29 luglio 2021
Aggiornato 16:30
Primarie Centrosinistra 2012

Renzi in Emilia, porte chiuse per il «rottamatore»

Anche le polisportive hanno chiuso le porte al sindaco di Firenze. Come hanno riferito alcuni tra gli organizzatori modenesi, è stata una vera e propria impresa riuscire a organizzare il pranzo di domani alla «Polisportiva Modena Est» dove sono attese circa 300 persone

BOLOGNA - «Grande il fermento e l'entusiasmo per l'arrivo di Matteo Renzi» hanno scritto dal Pd di Modena annunciando l'appuntamento di domani in vista delle primarie di domenica. E la stessa trepidazione c'è anche tra i suoi supporter bolognesi ai quali il sindaco di Firenze dedicherà le ultime ore di campagna elettorale. Peccato che, per «disguidi organizzativi», l'ultima tappa emiliana di Renzi si fa davvero complicata.
Come hanno riferito alcuni tra gli organizzatori modenesi, è stata una vera e propria impresa riuscire a organizzare il pranzo di domani alla «Polisportiva Modena Est» dove sono attese circa 300 persone. Si tratta di un «luogo simbolo della città, uno dei circoli più popolati e attivi di Modena» come hanno scritto nel comunicato stampa diffuso dal partito locale, che però tace sulle «porte chiuse» di altre polisportive (gestite per anni dalla sinistra) che non gradiscono l'arrivo del «rottamatore».

A Bologna, ironia della sorte, si è messa contro anche la Chiesa. L'appuntamento di domani pomeriggio, infatti, come era stato annunciato si sarebbe dovuto svolgere nel cinema parrocchiale «Galliera», a pochi metri dalla stazione dei treni, a due passi dall'oratorio dei salesiani. In serata la rettifica: l'incontro sarà alla Sala del Baraccano, in via Santo Stefano 119. Il motivo del cambio lo spiegano dal comitato bolognese. «Questa mattina siamo stati avvisati che in virtù di un regolamento della Diocesi di Bologna non si possono tenere incontri di natura politica in locali religiosi», come appunto è il cinema teatro Galliera.