20 aprile 2021
Aggiornato 18:30
La precisazione del Ministero della Salute

«Il vaccino influenzale è stato importato dall'estero»

Il merito a notizie di stampa circa la carenza di vaccino antinfluenzale, il ministero della Salute informa in una nota che «per sopperire al fabbisogno nazionale le ditte produttrici stanno importando vaccino influenzale dall'estero»

ROMA - Il merito a notizie di stampa circa la carenza di vaccino antinfluenzale, il ministero della Salute informa in una nota che «per sopperire al fabbisogno nazionale le ditte produttrici stanno importando vaccino influenzale dall'estero».

PROBLEMA ORGANIZZATIVO - «La comunicazione viene dall'Aifa - continua il Ministero - a cui alcune ditte produttrici di vaccino antinfluenzale hanno comunicato a loro volta il rallentamento della capacità produttiva, dovuta alla mancata disponibilità di prodotti necessari alla produzione. Si tratta di un problema organizzativo che non riguarda le caratteristiche di sicurezza del vaccino prodotto. Ogni anno, la produzione del vaccino antinfluenzale inizia subito dopo che l'Organizzazione Mondiale della Sanità comunica, a febbraio, quali ceppi virali influenzali dovranno far parte della composizione del vaccino, che verrà usato dall'autunno in poi».
«Quest'anno il ciclo generativo del vaccino, che generalmente si conclude entro la fine dell'estate, è iniziato nei consueti tempi ma ha poi subito un'interruzione dovuta, appunto, alla mancata disponibilità di prodotti necessari alla produzione. Il vaccino è destinato prioritariamente ai soggetti appartenenti alle categorie a rischio e di pubblica utilità, elencate nell'annuale circolare emanata l' 11 ottobre dal Ministero della Salute e pubblicata sul sito www.salute.gov.it», conclude la nota.