28 settembre 2022
Aggiornato 11:00
Al via la kermesse dei «tecnici» in ricordo di Giussani

Rimini, allontanati 3 giovani in «mutande» contro Monti

Sono rimasti in biancheria intima per protesta contro la crisi. Napolitano: Giovani patrimonio risorse indispensabile. Guarnieri: Non appartarci, ma dialogare con i tecnici

RIMINI - Il presidente del Consiglio Mario Monti è stato accolto calorosamente dal popolo di Cl al Meeting di Rimini. Diversi gli applausi all'entrata della sala della fiera in cui si è tenuto il dibattito su «giovani e crescita» e anche durante diversi passaggi del suo intervento. Ma alla fine dell'incontro gli organizzatori hanno allontanato tre giovani «in mutande» che protestavano contro la crisi che colpisce in particolare le giovani generazioni.
«Fate l'amore non fate lo spread. Siamo rimasti in mutante e cresceremo in mutande» hanno scritto i tre giovani del gruppo «L'alieno» su un telo giallo tagliato a forma di mutande. Un maschio e due femmine sono rimaste in biancheria intima e hanno provato a lanciare urla contro il premier... ma la security di Cl li ha allontanati non consentendo nemmeno ai cronisti di avvicinarsi a loro.

Napolitano: Giovani patrimonio risorse indispensabile - Il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, in occasione della XXXIII edizione del Meeting per l'amicizia tra i popoli di Rimini in un messaggio di saluto ai partecipanti ha espresso l'augurio di successo per la manifestazione che «nel tema prescelto 'La natura dell'uomo è rapporto con l'infinito' rivela con immediatezza l'aspirazione ad interpretare e a promuovere l'impegno nella società alla luce dei più alti riferimenti spirituali e dei valori fondamentali della giustizia, della tolleranza e della partecipazione».

Guarnieri: Non appartarci, ma dialogare con i tecnici - «Ci interessa il confronto e il dialogo con chi ha le responsabilità più alte nel paese. Non ci interessa appartarci». La presenza del presidente del Consiglio, Mario Monti, all'inaugurazione della 33esima edizione del Meeting di Cl a Rimini per gli organizzatori ha un «grandissimo valore», come ha ricordato nella conferenza stampa inaugurale Emilia Guarnieri, presidente della Fondazione Meeting per l'amicizia fra i popoli: «Attendiamo con molta gratitudine l'arrivo di Monti».

Al via la kermesse dei «tecnici» in ricordo di Giussani - Il commento del vescovo di Rimini Francesco Lambiasi, al brano del vangelo di Giovanni «La mia carne è vero cibo e il mio sangue vera bevanda», ha dato il via alla 33esima edizione del Meeting di Cl, quella che già in molti hanno ribattezzato come l'edizione dei «tecnici», per la presenza di diversi esponenti dell'attuale governo. Nella città romagnola già migliaia stanno affollando gli stand della fiera che rimarranno aperti per il «popolo di don Giussani» fino a sabato. Il momento clou, però, è atteso nel pomeriggio con l'arrivo del presidente del Consiglio, Mario Monti, che si confronterà con i giovani sul tema della «crescita». Ad accoglierlo, oltre gli organizzatori, anche il presidente della Regione Lombardia, Roberto Formigoni.