20 gennaio 2020
Aggiornato 00:30
Parlamento Donna

Liberalizzazioni, Finocchiaro: Grazie al Pd buoni risultati

La Presidente del Gruppo al Senato: Bene banche, assicurazioni, energia, trasporti e farmacie. Ci auguriamo che la spinta alle liberalizzazioni, all'apertura dei mercati, finora troppo chiusi, diventi una direttrice della politica del Paese

ROMA - «Come Pd abbiamo ottenuto ottimi risultati su tutta una serie di settori strategici: le banche, le assicurazioni, l'energia, i trasporti, le farmacie, la class action. Su altri punti saremmo andati più avanti, ma il bilancio è positivo». Lo ha detto Anna Finocchiaro, presidente del gruppo del Pd al Senato, ai cronisti, commentando il lavoro della commissione Industria sul dl liberalizzazioni che si avvia a conclusione.

Con il Pdl un'assunzione comune di responsabilità - «Ci auguriamo - ha proseguito Anna Finocchiaro - che la spinta alle liberalizzazioni, all'apertura dei mercati, finora troppo chiusi, e all'accesso a nuove opportunità economiche diventi una direttrice della politica del Paese, nei prossimi anni, chiunque governi. Credo che un intervento di questa natura, così ampio, non si fosse mai registrato nel nostro Paese. Noi siamo stati quelli che hanno aperto la strada con i governi di centrosinistra, con le famose lenzuolate di Bersani. Poi quell'intervento si è interrotto e adesso riparte. Anche per questo complessivamente il giudizio sul provvedimento è positivo».
Alla domanda su come sia andata la collaborazione con il Pdl, Anna Finocchiaro ha risposto che «c'è stata un'assunzione comune di responsabilità». «Anche da parte del Pdl - ha proseguito - c'è stata la volontà di confronto che è stata sicuramente apprezzata e colta. D'altronde ciò che si sta facendo serve all'Italia, alla sua crescita e al suo sviluppo. Capisco che il Pdl ha dovuto superare una serie di resistenze e un approccio alla questione delle liberalizzazioni che negli anni del suo governo era stato molto timido e conservatore. Devo dire - ha concluso la presidente dei senatori del Pd - che la prova di oggi è complessivamente soddisfacente».