6 dicembre 2019
Aggiornato 02:30

Frattini: Su spostamento Ministeri grave errore della Lega

«Portarli al Nord non sposta voti»

ROMA - Un grave errore quello della Lega sullo spostamento dei ministeri al Nord. Lo dice Franco Frattini, ministro degli Esteri, al Messaggero.

«INIZIATIVA NON SEMPLICE» - «Io non credo che i simpatizzanti e gli elettori del Carroccio spostino i loro voti se vengono spostati i ministeri a Milano. Oltretutto, la presenza dei ministeri comporterebbe per quella città traffico aggiuntivo, aggiuntiva carenza di parcheggi che i milanesi non penso vogliano subire. Io, da ex ministro della Funzione pubblica per due volte, ritengo che non sia semplice questa iniziativa. Che per la Lega ha un valore simbolico», dice Frattini per il quale «non si può dare una questione così importante in pasto alla campagna elettorale e buttarla li sul piatto a due giorni dal ballottaggio. Il tema del decentramento è serio e vanno contemperate due esigenze. L'ascolto della voce dei territori, ammesso che davvero arrivi dai territori la richiesta di trasferire i ministeri, e l'obbligo assoluto di preservare il principio di indissolubilità della struttura di Governo».