30 luglio 2021
Aggiornato 02:00
Berlusconi

Fini: «Allergico alle regole, ma non è come Mussolini»

Il Leader di Fli: «Ha una visione poco rispettosa della Costituzione»

ROMA - Secondo Gianfranco Fini, Silvio Berlusconi è «allergico» alle regole e ai contrappesi della democrazia ma non può essere paragonato a Benito Mussolini.

FINI - Ospite della trasmissione di Lucia Annunziata Potere, il leader di Fli rifiuta il paragone proposto dalla giornalista: «Non dica sciocchezze, non faccia offese alla sua intelligenza. Mussolini appartiene a un'altra epoca, instaurò una dittatura. Berlusconi non c'entra nulla: è un uomo politico che accetta le regole della democrazia, magari le vuole piegare un po' troppo al proprio tornaconto ma ha un consenso popolare. Non è un antidemocratico, né tantomeno un aspirante dittatore».
Tuttavia, ha sottolineato Fini, «Berlusconi vorrebbe esercitare il suo potere senza alcun tipo di contrappeso» e questa è «una visione poco rispettosa della Costituzione. È allergico a ogni contrappeso, non conosce il dibattito in un partito, il contrasto, il voto in un partito. Ha uno spasmodico bisogno di sentirsi amato e quando non riesce a riempire di fatti le tante promesse finisce per avere bisogno di un nemico. Una volta il comunismo, una volta l'alleato infedele, il complotto internazionale, la magistratura politicizzata».