11 luglio 2020
Aggiornato 00:30
Governo

D'Alema: presto si andrà a elezioni

Il Presidente del Copasir: «Da Berlusconi un discorso di dieci anni fa»

ROMA - Quello di Silvio Berlusconi è un «discorso di dieci anni fa», ma per il Governo «il tempo è scaduto» e probabilmente si andrà presto a votare. Lo dice al Tg3 Massimo D'Alema, commentando il voto di fiducia al Governo: «Ho letto oggi che quest'anno solo un ragazzo su 3 ha potuto avviarsi al lavoro dopo gli studi, e nel Mezzogiorno 1 su 10. Se uno confronta questa realtà con le chiacchiere, le bugie, i litigi cui ci fa assistere questa maggioranza, si rende conto di quanto è grande il divario tra i problemi veri del Paese e l'inadeguatezza».
«Ha fatto un discorso - aggiunge - che avrebbe potuto fare dieci anni fa, forse allora sarebbe stato utile ascoltarlo. Adesso è scaduto il tempo, non vedo riforme, vedo navigazione a vista, litigi e probabilmente presto elezioni».
E prima di votare, sottolinea D'Alema, sarebbe «sarebbe meglio cambiare la legge elettorale, almeno per restituire ai cittadini il diritto di scegliersi i parlamentari».