28 gennaio 2020
Aggiornato 12:00
La verifica

Casini: voteremo no al Governo

«Siamo l'opposizione repubblicana. Berlusconi non può fare lo stesso discorso di due anni fa»

ROMA - L'Udc domani in aula alla Camera voterà contro il governo e dopo aver ascoltato Berlusconi in aula il partito presenterà un proprio documento. E' la linea dei centristi esposta da Pier Ferdinando Casini, al termine della riunione del gruppo parlamentare, a Montecitorio. «Se c'è la fiducia votiamo no - spiega Casini - se c'è un giudizio da dare su questi due primi anni di legislatura, daremo un giudizio negativo. Se il presidente del Consiglio, invece, spiegherà che vorrà fare cose che condividiamo, allora diremo 'bene, realizzale', presenta dei ddl e ti aiuteremo. La nostra è un'opposizione repubblicana, molto chiara, non è cambiata di una virgola dall'inizio di questa legislatura».

NON SIAMO ALL'ANNO ZERO - «Se Berlusconi presenta il quoziente familiare - sottolinea Casini - glielo voteremo, l'abbiamo sempre detto, non è una novità. E' chiaro che noi dobbiamo dare non solo un giudizio sugli eventuali buoni propositi di Berlusconi, ma anche sui due anni di legislatura». Il leader Udc conclude: «Non è che siamo all'anno zero...Non è che Berlusconi può venire domani a fare il discorso che avrebbe fatto due anni fa. Mi deve un fare un discorso che si colloca nel terzo anno della legislatura».