23 ottobre 2019
Aggiornato 19:30
Politica

Casini: Berlusconi espropriato ogni giorno dalla Lega

L'affondo del leader dell'UdC: «L'idea è che è il Carroccio a dare le carte»

ROMA - «Berlusconi viene espropriato giorno per giorno dalla Lega e anche la nomina di Brancher, un ministro inutile, va in questa direzione determinando l'idea che la Lega dà le carte». Lo ha detto il leader dell'Udc, Pier Ferdinando Casini, parlando al convegno dei Repubblicani europei.
Casini ha sottolineato che la Lega «si è sempre più gonfiata», forte anche «del fatto di avere la sua metafora, la Padania, che viene poi declinata nelle varie accezioni di Roma ladrona». Proseguendo nel gioco retorico, Casini ha aggiunto: «Anche Di Pietro ha la sua metafora, che sono le manette, cosa che io aborro e che è molto funzionale all'attuale maggioranza. Il Pdl ha Berlusconi che è di per sè una metafora. Il Pd non ha metafore e non le abbiamo nemmeno noi: la nostra metafora deve diventare l'Italia, l'unità della nazione».