22 luglio 2019
Aggiornato 20:00
Reazioni. Elezioni Afghanistan

Frattini: «L'obiettivo prioritario è un Governo afgano credibile»

«Prendo atto» della decisione di Abdullah. Ci consulteremo con gli alleati sul da farsi

ROMA - «Prendo atto» della decisione di Abdullah Abdullah, il rivale del presidente uscente afgano Hamid Karzai nelle elezioni presidenziali, di ritirarsi dal ballottaggio del 7 novembre.

E' quanto ha detto il ministro degli Esteri Franco Frattini al Tg1. «mi auguro che questo non induca ad una maggiore fluidità pericolosa la situazione afgana», ha aggiunto il titolare della Farnesina; «evidentemente dovremo consultarci con gli alleati sul da farsi, credo che il governo credibile che noi vogliamo resti l'obiettivo principale della coalizione internazionale».

Abdullah ha deciso di non partecipare al secondo turno delle elezioni, dopo che il governo di Kabul non ha accolto la sua richiesta di sostituire il capo della commissione elettorale, considerato vicino a Karzai. Abdullah voleva precise garanzie per evitare il ripetersi dei massicci brogli che hanno viziato il primo turno del 20 agosto scorso.

Anche il segretario di Stato Usa Hillary Clinton ha dichiarato oggi di aver «preso atto» della scelta di Abdullah, aggiungendo che gli Stati Uniti in ogni caso «sosterranno il prossimo presidente» afgano.