5 aprile 2020
Aggiornato 01:30
Questioni urbanistiche vecchie di vent'anni tornano alla ribalta

A Milano Ligresti contro Moratti: chiede commissariamento Comune

Secondo ricostruzioni di stampa, per ritardi su tre cantieri

MILANO - Tre società riconducibili al gruppo Ligresti chiedono di commissariare il Comune di Milano. Questioni urbanistiche vecchie di vent'anni tornano alla ribalta. Lo riportano oggi i quotidiani La Repubblica e Corriere della Sera.

Tre società legate al costruttore Salvatore Ligresti (due controllate, Imco e Altair, una terza riconducibile, la Zero, società di gestione del risparmio) hanno presentato alla Provincia di Milano una richiesta di commissariamento ad acta del Comune per sbloccare altrettanti progetti edilizi che risalgono agli anni Ottanta (zona di Trenno-Osma-Sant'Elia-Natta, via Maconago e un'area di Bruzzano).

Quello che ufficialmente può essere letto come un atto amministrativo - scrive La Repubblica - ha il sapore di uno scontro di poteri. Presentato ora: alla vigilia dell'approvazione da parte della giunta di Letizia Moratti del Piano di governo del territorio, che manderà in pensione il vecchio piano regolatore.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal